L’omaggio di Madonna a George Floyd criticato, la musica di Michael Jackson non basta

Il tributo a George Floyd della Regina del Pop non ha ottenuto l'accoglienza sperata nonostante la musica di George Floyd

8
CONDIVISIONI

L’omaggio di Madonna a George Floyd non ha ottenuto il risultato sperato. Dopo aver pubblicato il video nel quale il giovane di Minneapolis subisce l’inqualificabile comportamento della Polizia, la Regina del Pop ha deciso di tornare sull’argomento attraverso un tributo che, però, non è stato recepito dai social come avrebbe voluto.

Per il tributo a George Floyd, Madonna ha scelto di postare un video del figlio David Banda, nel quale balla sulle note di They Don’t Care About Us di Michael Jackson del 1995, che era stato anche accompagnato da un video di Spike Lee.

La scelta di Madonna di far ballare David non ha però incontrato il gradimento del pubblico social, che l’ha aspramente criticata per non aver fatto di più per la lotta al razzismo: “Grazie, ma far ballare un ragazzo nero per rispondere al razzismo dei poliziotti assassini non servirà a niente. Grazie per averci provato”.

Il video del balletto di David non era rivolto solamente alla triste sorte di George Floyd, morto a Minneapolis martedì scorso, ma era indirizzato a tutti coloro che sono stati vittime di discriminazioni razziali in tutto il mondo. Sono stati moltissimi gli artisti ad aver espresso il loro disappunto su quanto accaduto a Floyd, compresa Madonna, che si era già espressa in merito alla vicenda.

Madonna ha voluto infatti condividere il video dell’aggressione a George Floyd, a seguito della quale ha perso la vita. L’artista ha poi commentato la vicenda:

“È la cosa più straziante e dolorosa che io abbia visto da molto tempo a questa parte. Il poliziotto sapeva che lo stavano riprendendo e l’ha ucciso con arroganza e fierezza. Questo deve finire. Finché non riusciremo a sconfiggere il razzismo negli Stati Uniti, a nessuno deve essere permesso di portare una pistola. Soprattutto ai poliziotti. Che Dio ti benedica George Floyd. Sono così addolorata per te e per la tua famiglia. Così come per tutti quelli uccisi senza motivo prima di te. Quando finirà? Prego Dio affinché ciò avvenga, un giorno. Fino ad allora, f*****o la polizia”.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.