La Casa di Carta, quale futuro per Il Professore e Lisbona? Alvaro Morte sceglie il finale più impopolare

Che fine farà l'amore tra Il Professore e Lisbona ne La Casa di Carta? Il protagonista Alvaro Morte sceglie l'ipotesi meno romantica

123
CONDIVISIONI

Mentre si prepara al debutto nella nuova serie HBO-Hulu The Head, Alvaro Morte non smette di parlare con la stampa del suo personaggio più celebre, Il Professore de La Casa di Carta.

Bandito nerd, timido e razionale, Sergio Marquina è l’ideatore della rapina alla Zecca nazionale spagnola nelle prime due stagioni de La Casa di Carta, mentre nella terza e nella quarta attua il piano previsto e studiato col fratello Berlino anni prima per l’assalto al caveau della Banca di Spagna.

A complicare i suoi piani, oltre a numerosi imprevisti ai quali far fronte durante i colpi, c’è anche l’amore nato con la poliziotta Raquel, la negoziatrice della rapina alla Zecca, ora entrata nella banda col nome in codice di Lisbona. La storia fondata sulla classica attrazione tra opposti è stata uno degli assi portanti della trama de La Casa di Carta finora, pur mostrando la corda in più occasioni. Nonostante la coppia sia amatissima dal pubblico della serie, però, l’interprete Alvaro Morte non sembra auspicare che l’amore trionfi per Il Professore e Lisbona.

Parlando durante una diretta per il Chelsea Film Festival, alla domanda su come immagina il destino del suo personaggio alla fine della serie, Morte sceglie l’ipotesi meno romantica ma più connaturata all’indole del Professore, come riporta Express.co.uk:

Sono consapevole che questo commento mi renderà molto impopolare, ma Il Professore era un ragazzo molto strano, un ragazzo molto solo e quello che è successo con la banda e la ricerca dell’amore, è un capitolo davvero piccolo della sua vita. Se parliamo della fine del personaggio, penso che ad un certo punto mi piacerebbe vederlo tornare a quella solitudine, quella vita solitaria a cui è più abituato e in cui sembra più a suo agio.

Secondo Morte, quindi, il lieto fine che Sergio e Raquel avevano avuto al termine della seconda parte de La Casa di Carta non era l’ideale, considerata la natura del personaggio. E d’altronde la storia tra i due non è stata certo semplice nei tre anni che hanno fatto seguito alla rapina, quando i due si sono rifugiati in Thailandia vivendo insieme alla figlia dell’ex poliziotta e a sua madre affetta da Alzheimer. Una convivenza che sembrava felice, ma che ha avuto i suoi effetti sulla coppia, come rivela il Professore quando in un momento di tensione durante la nuova rapina rinfaccia a Lisbona di aver sopportato la presenza della madre. La stessa Lisbona sembra sul punto di crollare quando, arrestata e minacciata dalla polizia, teme di non rivedere più sua figlia finendo in carcere per diversi anni in nome dell’amore con un fuorilegge. Un sentimento riscoperto con la dichiarazione d’amore del Professore a Lisbona poco prima del suo arresto e della sua finta esecuzione.

Un rapporto vissuto in latitanza, d’altronde, non poteva certo essere raccontato come idilliaco. E secondo Morte questa storia è contraria alla natura solitaria del Professore. Gli sceneggiatori de La Casa di Carta lo accontenteranno nel finale della serie o opteranno per il più richiesto lieto fine?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.