Spostamenti scomparsi su Google Maps: hotfix in arrivo per il fastidioso bug

Le alte sfere di Google rassicurano gli utenti, e prevedono il rilascio di una patch correttiva in un paio di giorni

8
CONDIVISIONI

C’è un fastidioso problema legato a Google Maps e alla sua funzione Spostamenti che sta macchiando l’esperienza di quanti sono soliti utilizzare l’applicazione del colosso di Mountain View. Dopo essere stata potenziata nel corso del mese di aprile, la Cronologia delle Posizioni è infatti ora al centro di diverse lamentele da parte degli utenti, che hanno più volte segnalato l’impossibilità di accedere ai dati dei movimenti registrati con il proprio dispositivo. Capirete che, per quanto si tratti di un bug di poco impatto, va comunque ad inficiare almeno in parte il funzionamento delle mappe.

Google Maps, come risolvere il problema degli spostamenti scomparsi

In particolare, il problema è stato riscontrato sulla versione desktop di Google Maps, e lì pare circoscritto, senza aver toccato fortunatamente la app mobile, che continua a registrare e mostrare le linee di movimento di chiunque ne faccia uso. Non solo, se alcuni lamentano tale criticità solo negli ultimi giorni, altri fanno notare che il problema si è presentato già da alcuni mesi, addirittura per gli spostamenti precedenti al mese di maggio 2020 – con dati del tutto assenti. In ogni caso, Google è a conoscenza del bug ed è pronta a risolverlo nei prossimi giorni. La conferma arriva dalle pagine del portale Android Police, la cui redazione ha deciso di contattare un funzionario di Big G per chiedere spiegazioni:

Abbiamo identificato un bug per cui alcuni utenti non sono in grado di visualizzare alcuni dei loro dati di Cronologia delle posizioni nella Timeline. Nessun dato è stato effettivamente perso e la Cronologia era ed è ancora in corso di registrazione per gli utenti che hanno questa funzione attiva. Stiamo ripristinando la visibilità dei dati della Cronologia delle località nella Timeline per tutti gli utenti, che prevediamo di completare nei prossimi due giorni.

I tempi di attesa saranno dunque brevi. Rassicurando i clienti, il “colletto bianco” di Google fa riferimento ad un paio di giorni, mentre è cosa certa che i dati di spostamento di Google Maps non sono andati perduti: è possibile accedervi e andarli a scaricare utilizzando il servizio Google Takeout, a questo indirizzo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.