Il Mio Gioco Preferito – Parte seconda, Nek lo presenta con un concerto a Sassuolo

Il concerto a Sassuolo e l'instore virtuale, i live drive-in e molto altro: "Il mio gioco preferito è la musica che è tutta la mia vita"

62
CONDIVISIONI

Esce venerdì 29 maggio Il Mio Gioco Preferito – Parte seconda, la seconda parte del nuovo album di inediti di Nek.

Per presentare il nuovo album, l’artista ha realizzato un concerto nella sua città Natale, nella suggestiva cornice di Piazzale della Rosa a Sassuolo.

Per l’occasione, la piazza è stata chiusa al pubblico e Nek si è esibito accompagnato dalla sua band, in un vero e proprio live. In scaletta i brani di Il Mio Gioco Preferito – Parte seconda e canzoni immancabili del suo repertorio.

Il concerto sarà trasmesso in anteprima integrale venerdì 29 maggio, dalle ore 21:00, in radiovisione su RTL 102.5, in streaming su RTL.it e a seguire sarà disponibile anche su YouTube. A proposito dell’evento, Nek dice: “E’ un voler ricominciare in un momento in cui i concerti e gli eventi sono in alto mare”.

Nek incontrerà i fan virtualmente: con Mondadori sono in programma una serie di eventi che si svolgeranno interamente online. A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria non è infatti possibile per l’artista incontrare i fan nell’ambito dei tradizionali eventi firmacopie. Ma gli incontri virtuali possono davvero sostituire gli incontri reali?

“Adesso obbligatoriamente sostituiscono i contatti fisici. Piuttosto che non avere nulla, meglio di niente. Non basta ma mi dovrò accontentare”.

Prodotto da Nek insieme a Luca Chiaravalli, Gianluigi Fazio, Float e Emiliano Fantuzzi, in Il Mio Gioco Preferito – Parte seconda ci sono 10 canzoni inedite, tra le quali il singolo Perdonare, primo estratto.

Nek ha spiegato il rilascio della seconda parte di Il Mio Gioco Preferito in un periodo particolare come quello che stiamo vivendo e ha inoltre aggiunto particolari sul processo di lavorazione e sull’ispirazione che ha tratto dal periodo di isolamento in casa.

“L’esigenza è quella di sempre, quella di condividere sensazioni ed emozioni a maggior ragione in un momento in cui i rapporti umaio sono vincolati, non sono liberi come prima del lockdown. Nella serenità di casa mia sono riuscito a ritagliarmi diversi momenti; la quarantena mi ha aperto una via d’ispirazione bellissima che ancora adesso sto percorrendo e ho già tante canzoni nuove in vista di progetti futuri. Ho messo insieme ciò che avevo scritto prima di questo momento, come ad esempio Perdonare, e poi sono riuscito ad inserire qualcosa di nuovo, scritto durante l’isolamento. Ho desiderato tanto uscire in questo periodo e ce l’ho fatta. Non è stato semplice ma l’impegno, mio e di chi sta intorno, ha reso possibile tutto questo”.

Con uno sguardo al futuro, pensa ai concerti e a una soluzione per riprenderli.

Sono disposto a costruire ma quando si parla di concerti è una macchina molto complessa che non riguarda solo l’artista. Si tratta di un insieme di persone che lavorano con tempi e modalità diverse e va cercata la soluzione migliore affinché il pubblico assista a qualcosa di idoneo; dall’altro lato c’è bisogno che ci siano i presupposti affinché la categoria che lavora a questi eventi vada avanti; è tutto in divenire”

Il drivein, che inizialmente sembrava per essere il futuro dei live, è stato ben presto accontento a favore del distanziamento da realizzarsi in arene e teatri all’aperto. Neanche Nek è molto convinto che il futuro del live possa essere nei concerti in auto:

Se fosse l’unica possibilità direi di sì ma mettici dentro l’estate, la macchina spenta, quindi senza aria condizionata, come fai a stare dentro una macchina e sentire un concerto? Se fosse l’unica via ci proverei, d’altra parte sono 30 anni che faccio esperimenti!

Tracklist Il Mio Gioco Preferito – Parte seconda

Perdonare
Ssshh!!!
Imperfetta Così
Una Canzone Senza Nome
E Sarà Bellissimo
Amarsi Piano
Le Montagne
A Mani Nude
Allora Sì
E Da Qui (Family Version)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.