Svolta ufficiale per Huawei P20 e Mate 10: al via l’aggiornamento EMUI 10

Tutti i dettagli che abbiamo raccolto fino a questo momento per alcuni smartphone Huawei ad un passo da EMUI 10

1
CONDIVISIONI
Huawei P20

Arrivano finalmente segnali concreti ed importanti per quanto riguarda gli utenti a caccia da mesi dell’aggiornamento EMUI 10 per i vari Huawei P20 e Mate 10. Dopo aver condiviso diversi bollettini sulle nostre pagine nel corso delle ultime settimane, ora abbiamo qualche informazione in più sul fatto che i modelli in questione siano ad un passo dal pacchetto software in questione anche dalle nostre parti. Proviamo dunque a riepilogare quanto emerso oggi 27 maggio in rete.

Parte dalla Cina il rollout di EMUI 10 per Huawei P20 e Mate 10

Come ci ricorda Huawei Central, infatti, da questo mercoledì possiamo considerare ufficialmente avviata la distribuzione dell’aggiornamento ufficiale e stabile per Huawei P20 e Mate 10. Da circa quattro mesi tutti noi aspettavamo riscontri di questo tipo, fermo restando che al momento della pubblicazione del mio articolo la diffusione è assicurata come sempre ai modelli cinesi in primis. La stessa fonte ci dice anche che l’appuntamento in Europa dovrebbe essere fissato entro e non oltre la prima metà di giugno, alla luce della svolta odierna.

Analizzando più nel dettaglio le singole famiglie, sono tre i dispositivi coinvolti nella distribuzione dell’upgrade. Abbiamo in primo luogo il cosiddetto Huawei P20, che a conti fatti sta iniziando a toccare con mano EMUI 10.0.0.167, con dimensioni del pacchetto software via OTA che ammontano a 4,65 GB. Abbiamo poi Huawei P20 Pro, che riceve EMUI 10.0.0.161 con attraverso una patch da 4,59 GB. Infine, attenzione a Huawei Mate 10 Pro, che a breve vedrà EMUI 10.0.0.163 diffuso su larga scala grazie ad una patch da 4,3 GB.

Restiamo in attesa di informazioni per quanto concerne Huawei Mate 10, anche se dovremmo ormai esserci anche qui. Fateci sapere appena sarà disponibile anche in Italia l’aggiornamento con EMUI 10 per Huawei P20, in seguito alle informazioni raccolte proprio questa mattina per i modelli commercializzati due anni fa.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.