Parte Samsung Money in USA: a quando la carta di debito anche in Italia?

Sicura e veloce, la nuova carta di debito del colosso coreano si prepara al debutto estivo negli USA. A quando quello sullo Stivale?

8
CONDIVISIONI

Si chiama Samsung Money l’ultima e interessantissima trovata della nota multinazionale sudcoreana. Idea che va a braccetto con la già esistente app Samsung Pay, mettendo a disposizione degli interessati una vera e propria carta di debito da utilizzare per gli acquisti fisici e online. Nata in collaborazione con SoFi – azienda di San Francisco specializzata negli investimenti personali online -, la carta era stata annunciata nei primi giorni di maggio, ed ora è tornata sotto i riflettori grazie alle nuove informazioni diffuse dal colosso orientale, intenzionato a lanciarla in territorio americano non prima di questa estate. E con l’obiettivo di mettere a disposizione dei consumatori un mezzo per gestire i propri soldi in modo più immediato e “smart”.

In soldoni – perdonerete il gioco di parole! -, Samsung Money di SoFi si presenta come un’esperienza di gestione del denaro tutta via mobile, che offre un account per la gestione del contante e una carta di debito fisica su circuito Mastercard, con vantaggi esclusivi legati a Samsung Pay. Per incentivare i clienti, le due compagnie hanno annunciato nelle ultime ore che tutti coloro che si iscriveranno a questa soluzione innovativa non dovranno affrontare alcuna spesa per la gestione del proprio conto, e in più potranno godersi un tasso di interesse maggiore rispetto alla media nazionale – in questo caso degli USA – dei conti corrente tradizionali. Gli utenti potranno immediatamente aprire un conto di gestione della liquidità individuale o congiunto e potranno beneficiare del rimborso delle commissioni bancomat in rete in oltre 55.000 località negli Stati Uniti. I conti Samsung Money sono assicurati FDIC fino a 1,5 milioni dollari, numero che supera di sei volte quello di un normale conto bancario.

Samsung Money, come funziona e quando esce in Italia

Gli account Samsung Money richiedono pochissimo tempo per essere attivati e configurati. Il tutto, come già dicevamo, tramite l’app Samsung Pay, in cui sarà necessario un unico “touch” per gestire tutto, senza passare per numeri di telefono e code in assistenza una volta che la carta di debito fisica sarà arrivata al vostro domicilio. Per incrementare il livello di sicurezza, poi, la carta fisica non mostrerà dettagli sensibili come il numero della carta, la data di scadenza o il CVV. Gli utenti possono trovare queste informazioni nell’app, in cui maneggiare pure la visualizzazione del saldo aggiornato, visualizzare i movimenti, bloccare la carta per furto o smarrimento, o segnalare le transazioni sospette.

Samsung Money carta di debito Samsung Pay

Il servizio pare dunque snello e accattivante, e non ci sono motivi per dubitare che, dopo gli USA, possa andare a toccare pure i confini europei. Italia compresa. Per il momento, l’unica informazione certa è che Samsung Pay sarà disponibile negli Stati Uniti nel corso della stagione estiva: ragionevolmente, saranno le festività natalizie del 2020 – o i primi mesi del 2021 – a renderlo fruibile anche dagli utenti dello Stivale. Voi sareste tentati?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.