Clint Eastwood compie 90 anni: ecco i film che andranno in onda in TV

In occasione dei 90 anni di Clint Eastwood, gli appassionati potranno apprezzare in televisione alcuni tra i suoi film più conosciuti

2546
CONDIVISIONI

Si avvicina il novantesimo compleanno di Clint Eastwood, un vero e proprio monumento del grande schermo. Una doppia carriera nel cinema – come star e come regista Premio Oscar – iniziata negli anni ’50. Eastwood è uno tra i personaggi del grande schermo che meglio sono riusciti a rappresentare l’America – e le sue numerose sfaccettature – attraverso questo media. La televisione italiana, come spesso accade in questi casi, ha deciso di rendere omaggio al cineasta dedicandogli una programmazione speciale.

Si inizia mercoledì 28 maggio, con un’attesa prima TV su Rete 4, ovvero Ore 15:17 – Attacco al treno. Clint Eastwood racconta i fatti del 21 agosto del 2015 che vedono come protagonisti tre ragazzi di Sacramento. Il gruppo, durante un viaggio in treno, si imbatte in un attacco organizzato da alcuni membri dell’ISIS. Il regista – cercando forse di sgretolare quella sottile linea che divide la realtà e la finzione – ha deciso di far interpretare i protagonisti agli stessi ragazzi (Anthony Sadler, Alek Skarlatos e Spencer Stone) che nel mondo reale si sono trovati a dover confrontarsi con il pericolo. Una scelta coraggiosa che ha convinto il pubblico. 

Leggi la recensione completa di Ore 15:17 – Attacco al treno su Optimagazine

Sabato 30 maggio, alle ore 23:32 su Rete 4, gli appassionati potranno scoprire Eastwood come attore nel film La notte brava del soldato Jonathan, diretto da Don Siegel. Un’eccelsa pellicola dal punto di vista figurativo e con un’atmosfera densa di suspense. Il protagonista è il soldato nordista John McBurney che, dopo essere stato ferito, viene ospitato in un collegio femminile. La direttrice Miss Martha, l’insegnate Edwina e la giovane Carol si invaghiscono di questo soldato, tanto da trovarsi in rivalità tra di loro. Le donne decidono però di collaborare quando John inizia a imporre la sua autorità e decideranno di tendergli una trappola.

Iris dedica un giorno a Clint Eastwood

Domenica 31 maggio, il giorno in cui Eastwood compirà 90 anni, Iris ha deciso di riservare una giornata con diversi film in cui ha recitato o che ha diretto. Si inizia alle 09:00 con Dove Osano Le Aquile, diretto da Brian G. Hutton nel 1968 e in cui Clint Eastwood interpreta un tenente che, durante la Seconda Guerra Mondiale, riesce a fuggire dalla cattura.

Questa è una 44 Magnum, una delle pistole più potenti del mondo, capace di far saltare la testa a un toro. Che effetto fa vista dalla vostra parte?

Sono numerose le frasi pronunciate da Eastwood che difficilmente i cinefili riusciranno a dimenticare, tra cui quella soprariportata. Il cineasta la disse quando interpretò Harry Callaghan nel film Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan, il secondo capitolo della fortunata serie dedicata all’ispettore di polizia che andrà in onda domenica alle 12:00 sempre su Iris.

Gran Torino
Una scena tratta da Gran Torino.

A seguire, alle 14:30, una tra le pellicole più famose del regista, ovvero Gran Torino (2008), con cui vinse il David di Donatello per il Miglior film straniero. Un progetto molto interessante, che mostra un nuovo volto del cinema di Eastwood. Walter “Walt” Kowalski, anche se è un personaggio perfettamente in linea con le figure largamente trattate dal regista e interprete, presenta una complessità certamente non comune. Un protagonista non facile da dimenticare che è riuscito a conquistare i telespettatori.

Leggi la recensione completa di Gran Torino su Optimagazine

La giornata di Iris all’insegna del grande cinema continua poi (alle ore 16:30) con Il Texano Dagli Occhi Di Ghiaccio, diretto da Clint Eastwood nel 1976 e attualmente conservato presso il National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, e Gli Spietati (alle 19:00). Questo western diretto e interpretato da Clint Eastwood è un film spartiacque nella sua carriera, che lo ha consacrato, anche agli occhi della critica, come uno dei grandi autori del cinema americano, vincitore di ben 4 Premi Oscar (tra cui quelli riservati al Miglior film e alla Miglior regia), 2 Golden Globe e un Premio BAFTA.

A seguire ci sarà Brivido Nella Notte, la sua prima regia, una drammatica storia misteriosa iniziata quando lo speaker radiofonico Dave Garner tradisce la fidanzata con una donna chiamata Evelyn. A concludere questa ricca collezione del canale Mediaset troviamo Mystic River, alle 23:00. Un film del 2003 diretto da un Clint Eastwood inaspettato: il regista ha deciso di porre in secondo piano le tematiche consuete per dedicarsi all’interiorità dei personaggi, dipinti in un modo assolutamente dettagliato. Incredibili le interpretazioni di Sean Penn e Tim Robbins, che contribuiscono a conferire ai complessi personaggi interpretati una grande profondità. Mystic River è uno dei capolavori del regista statunitense, come dimostrato dagli ottimi incassi e dai due Premi Oscar vinti (uno dei quali, come Miglior attore protagonista, a Sean Penn, per un’interpretazione di altissima qualità).

Leggi la recensione completa di Mystic River su Optimagazine

Mystic River

La Trilogia del dollaro

Sempre domenica 31 maggio, su Sky Cinema Collection (canale 303 di Sky) avrà luogo un’altra lunga collezione di pellicole in cui troviamo come attore o come regista Eastwood. In particolare, dalle 14:20, andrà in onda un pezzo fondamentale della cinematografia mondiale, ovvero la Trilogia del dollaro. I film che compongono questa serie sono tre:

  • Per un pugno di dollari (1964);
  • Per qualche dollaro in più (1965);
  • Il buono, il brutto, il cattivo (1966).
Clint Eastwood

Anche se Sergio Leone – il regista di queste pellicole – li considera tre film indipendenti, troviamo Clint Eastwood interpretare lo stesso personaggio, ovvero L’uomo senza nome, con lo stesso atteggiamento e vestiti. Empire ha inserito The Man With No Name al 33esimo posto nella classifica dei più grandi personaggi cinematografici della storia, certamente grazie all’interprete e al regista.

western Sergio Leone Clint Eastwood sigaro

La Trilogia del dollaro rappresenta un’esperienza cinematografica forse irripetibile, anche grazie alle originalissime colonne sonore firmate da Ennio Morricone, che hanno fatto scuola con la loro mescolanza di suoni, fischi, rumori ed effetti di ogni tipo, straordinariamente espressivi. In questi tre film è possibile apprezzare il massimo che gli spaghetti western hanno offerto, talmente iconici da riuscire a incidere anche sui futuri sviluppi del genere americano per definizione. Ed Eastwood, la cui carriera è stata rivoluzionata dal successo della trilogia del dollaro, non ha mai smesso di manifestare la sua riconoscenza per Sergio Leone. 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.