Emis Killa sfida le femministe e scoppia la polemica, il rapper: “Scherzavo, ma voi rompete i co***oni”

Emis Killa è stato attaccato dopo una battuta sulle donne coi peli, poi ha replicato: "Mi rompete i co***oni"

Per rispondere alle domande dei fan Emis Killa sfida le femministe con una frase provocatoria. Il rapper, che ogni tanto ritorna con un exploit che solletica il trigger dell’utenza social, a questo giro doveva rispondere alla domanda: “Oggi ha ancora senso l’aggettivo ‘femminile’?”.

Emis Killa ha risposto:

“A meno che non vi piacciano le donne coi peli, che parlano come gli uomini e via dicendo, sì. Adesso aspetto le femministe che mi rompano i co***oni“.

Il rapper è stato accontentato ed è stato raggiunto da uno sh*tstorm che lo ha portato a replicare direttamente nelle stories di Instagram con un video registrato mentre si trova al volante. Emis Killa ha precisato che la sua voleva essere una battuta, ma che a quanto pare ci sono tante persone che non hanno altro da fare durante il giorno se non insultarlo sui social.

Per la sua frase il rapper afferma di essere in top ten fra le tendenze di Twitter e secondo Emis Killa c’è stato un fraintendimento. Per questo Emiliano – questo il suo vero nome – si scaglia contro le donne che lo hanno attaccato: Predicate bene e razzolate male, dice Killa, sottolineando che per una semplice opinione contraria a una certa corrente ci si sente autorizzati a insultare chiunque.

Nel video il rapper sottolinea più volte che la sua replica non è rivolta a tutte le donne ma solamente a quelle che lo hanno insultato sui social.

“Voi siete libere di conciarvi come volete, io sarò libero di dirmi che così non mi piacete?”

Emis Killa sfida le femministe e fa loro comprendere che il suo messaggio non denigrava la donna con i peli ma voleva definire il suo dislike alle ragazze non avvezze alla depilazione, con la previsione che un certo tipo di pubblico lo avrebbe attaccato, e così è stato.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.