Arriva Little Fires Everywhere su Prime Video, storia di donne e madri in collisione in un’America divisa

La serie si ispira al bestseller internazionale Tanti Piccoli Fuochi di Celeste Ng e fonda la sua forza sulla magnifica intesa fra Kerry Washington e Reese Witherspoon.

66
CONDIVISIONI
[AMAZON PRIME VIDEO]

Il legame fra narrativa e serialità telesiva è oggi più stretto che mai, e nella corsa di studios e case di produzione all’accaparramento degli ultimi bestseller Hulu ha inanellato un successo dietro l’altro. È su questa piattaforma – e in Italia su Prime Video – che sbarca infatti Little Fires Everywhere, adattamento di Tanti Piccoli Fuochi di Celeste Ng.

La serie, adattata da Liz Tigelaar con il contributo della stessa Celeste Ng, si snoda in otto episodi e fa suo il mistero che muove all’azione i personaggi del romanzo: lo scoppio di un incendio in casa dei Richardson. Nel contesto della comunità di Shaker Heights, sobborgo residenziale nei dintorni di Cleveland, Bill ed Elena Richardson sono una coppia rispettata e ben integrata. Avvocato lui, giornalista lei, i due vivono gli americanissimi anni ’90 dedicandosi al lavoro, alla cura dei figli – Lexie, Trip, Moody e Izzy – alla partecipazione attiva nella comunità.

La loro routine quotidiana cambia nel momento in cui Mia Warren e la figlia Pearl si trasferiscono in una casa del quartiere, portando scompiglio nella vita di Shaker Heights e degli stessi Richardson con il loro anticonformismo. Mia è infatti un’artista alla perenne ricerca di lavori che le permettano di mantenere la figlia e conservare tempo per i momenti creativi. Pearl è invece una ragazza dolce e molto legata alla madre, eppure attratta dalla normalità stanziale e della libertà dei giovani Richardson.

Tanti piccoli fuochi
  • Ng, Celeste (Author)

Nel romanzo Tanti Piccoli Fuochi Celeste Ng si dedica a un’analisi delle fratture sociali tipiche della periferia borghese degli Stati Uniti, in cui qualsiasi deviazione dalla norma fa scattare un campanello d’allarme e viene dapprima additata, poi emarginata. Il senso di scollamento fra i Richardson e le Warren diventa così inevitabile: ciascuna famiglia è infatti portatrice di valori diametralmente opposti. Da un lato c’è la maniacale attenzione alle apparenze e l’aderenza alle gerarchie sociali dei Richardson, dall’altro l’umiltà di chi non può far conto di alcun privilegio, e che tuttavia sa comprendere e assaporare la libertà fisica e mentale che ne deriva.

Little Fires Everywhere su Prime Video riprende questi temi per costruire le sue opposizioni, a tratti restringendole, a tratti ampliandole, così da servire scopi diversi. La serie, infatti, riduce l’incontro-scontro principale alle due donne e madri protagoniste, Elena e Mia, aggiungendovi però più livelli. È così che la riflessione sulle divisioni della società statunitense del tempo arriva a includere le etnie – Mia e Pearl sono afroamericane, ma solo nella serie –, legandole al modo in cui riescono a influenzare dei sistemi di valori, i livelli di inserimento sociale e privilegio e persino la maternità.

Non può considerarsi questa una mossa del tutto riuscita. L’autrice assicura al romanzo una molteplicità di sfumature che arricchisce la narrazione di significato senza sovraccaricarla. Al contrario, in Little Fires Everywhere il sovrapporsi di temi e spunti sociali sfocia nel caotico affanno di sottolineare le cose-importanti-della-vita. A pagarne il prezzo sono i personaggi che gravitano attorno alle due donne della serie, e che perdono l’occasione di farsi portatori di utili riflessioni sull’identità, il senso di appartenenza o alienazione dalla propria cerchia sociale.

Piccole grandi bugie
  • Moriarty, Liane (Author)

Nonostante ciò Little Fires Everywhere su Prime Video può permettersi di far ricadere tutto il proprio peso sulle spalle delle protagoniste. Kerry Washington e Reese Witherspoon giganteggiano nei panni di donne che sembrano nate per interpretare, e in ogni interazione tra le due si svela la dinamica dei rispettivi mondi in collisione.

Elena e Mia imbevono di tutto ciò che sono ogni pensiero, ogni azione e reazione, e sul significato che ciascuna attribuisce all’essere donna e madre Little Fires Everywhere costruisce la propria forza e una personalità tipica di serie scritte, prodotte e interpretate soprattutto da donne. Potrà non essere riuscita a eguagliare il romanzo cui si ispira, ma la serie può giovarsi della chimica fra le sue protagoniste, interpreti di massimo livello nelle quali resistono tracce di precedenti antieroine: Madeline Mackenzie (Big Little Lies) e Olivia Pope (Scandal).

Little Fires Everywhere è disponibile su Prime Video dal 22 maggio. Nel cast della serie figurano Reese Witherspoon (Elena Richardson), Kerry Washington (Mia Warren), Rosemarie DeWitt (Lind McCullough), Joshua Jackson (Bill Richardson), Jade Pettyjohn (Lexie Richardson), Jordan Elsass (Trip Richardson), Gavin Lewis (Moody Richardson), Megan Stott (Izzy Richardson), Lexi Underwood (Pearl Warren).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.