Il nuovo album di Lana del Rey ha già una data d’uscita, rivelata in un lungo sfogo sulle accuse di maschilismo

Non ha ancora un titolo ufficiale ma già una data d'uscita il nuovo album di Lana del Rey, che si è tolya più di un sassolino dalla scarpa con un lungo post

294
CONDIVISIONI

Il nuovo album di Lana Del Rey ha una data d’uscita ufficiale e, come previsto, arriverà entro l’anno, a brevissima distanza dal precedente Norman Fucking Rockwell! che non ha ancora compiuto il suo primo compleanno.

Il nuovo album di Lana Del Rey sta per arrivare

Nonostante abbia pubblicato il suo quinto album in carriera solo ad agosto dello scorso anno, Lana Del Rey è già pronta a lanciare il sesto, a cui stava lavorando quasi in contemporanea con l’acclamato Norman Fucking Rocwell! (qui la nostra recensione).

In un lungo post in cui ha parlato della sua musica, della sua carriera, dei pregiudizi che ha affrontato e del modo in cui li ha superati, la cantautrice ha voluto anticipare quella che sarà la prossima tappa fondamentale della sua discografia, pur senza ufficializzare il titolo del prossimo disco.

La data d’uscita del nuovo album di Lana Del Rey

C’è però una data d’uscita già fissata per il nuovo album di Lana Del Rey, che farà il suo debutto in tutto il mondo il prossimo 5 settembre. La cantautrice ci sta lavorando già da un anno: lo scorso agosto, mentre pubblicava il precedente progetto, confermava di avere già scritto alcuni brani per il successivo, che sarebbe uscito “probabilmente tra 12 o 13 mesi“. Previsione rispettata, visto che a settembre sarà passato appena un anno dall’uscita di Norman Fucking Rockwell!.

Il titolo del nuovo album di Lana del Rey

Da tempo si suppone che il titolo del disco possa essere White Hot Forever, ma non c’è alcuna ufficialità. Inoltre la cantautrice sta lavorando anche ad un album che è solita definire “speak word album“, un disco “parlato” per accompagnare un libro di poesie che ha scritto negli ultimi anni, dal titolo provvisorio Violent Bent Backwards Over the Grass.

Il posto con l’annuncio del nuovo album di Lana Del Rey

L’annuncio è arrivato alla fine di un lungo post su Instagram, in cui la Del Rey ha criticato i doppi standard usati per giudicare le donne nel settore della musica e ha ricordato di essere stata fortemente criticata, in modo anche offensivo, per i suoi testi espliciti sul sesso, il piacere, le relazioni sbilanciate dal punto di vista affettivo ed emozionale. La Del Rey è stata spesso tacciata di scrivere brani in cui la figura femminile è ritratta come poco emancipata, sottomessa al fascino maschile, in preda a dipendenze affettive, alla ricerca di rapporti non paritari e basati su una logica prevalentemente maschilista. Un’etichetta che è sfociata perfino nell’accusa di aver reso glamour la violenza. Il suo lungo sfogo parte facendo nomi e cognomi di artiste che hanno scritto testi simili ma che ora sono accettati come sinonimo di emancipazione e libertà.

Ora che Doja Cat, Ariana, Camila, Cardi B, Kehlani Nicki Minaj Beyoncé hanno avuto le loro canzoni al primo posto in classifica sull’essere sexy, non indossare vestiti, scopare, tradire ecc. – posso per favore tornare a cantare di essere carnale, sentirmi bene per essere innamorata anche se la relazione non è perfetta, o ballare per soldi – o qualunque cosa io voglia – senza essere crocifissa o dire che ho reso affascinante l’abuso?

La Del Rey continua il suo sfogo difendendosi dai pregiudizi che l’hanno colpita negli anni e sostenendo di non aver mai voluto rendere sexy le molestie ma di essere “solo una persona affascinante che canta cose reali che ora tutti riconosciamo essere prevalentemente relazioni tossiche dal punto di vista emotivo“. La Del Rey sostiene insomma che ora le artiste siano libere di esplorare argomenti anche controversi, non politicamente corretti né comunemente accettati, ma il fatto che finora non sia stato così le è costato molto in termini di apprezzamento di critica. E alle accuse di antifemminismo risponde sostenendo di non essere un’antifemminista ma di pensare che il femminismo debba rappresentare tutte le donne, anche quelle che vivono le emozioni raccontate nelle sue canzoni, senza giudicarle.

Ora che a tutte le donne è concesso di affrontare qualsiasi argomento, trovo ridicolo che la mia minuscola esperienza musicale a riguardo dei miei ruoli talvolta sottomessi o passivi nelle mie relazioni abbia spesso fatto sì che la gente dicesse che ho fatto fare un salto all’indietro alle donne di centinaia di anni. Sia ben chiaro, non sono una non femminista – ma deve esserci un posto nel femminismo anche per le donne che appaiono e si comportano come me. (…) Sono stata onesta e sincera riguardo le relazioni difficili che ho avuto e questo è quello che succede a molte donne (…) Ci sono stati 10 anni di recensioni orribili fino ad ora e ho imparato molto da questo, ma credo anche che questo abbia davvero spianato la strada perché altre donne smettano di fare buon viso a cattivo gioco e siano semplicemente capaci di dire qualsiasi cosa vogliono nella loro musica.

Annullato il concerto di Lana Del Rey

La cantautrice avrebbe dovuto esibirsi in Italia a giugno, nella cornice dell’Arena di Verona, ma il concerto è stato annullato a causa della pandemia da Coronavirus e i biglietti già acquistati saranno rimborsati sotto forma di voucher.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.