La Casa di Carta 5, Alex Pina non vede l’ora di tornare a scrivere in Colombia dopo il lockdown

In attesa dell'annuncio ufficiale della produzione de La Casa di Carta 5, Alex Pina vuole tornare in Colombia per trovare l'ispirazione per la sceneggiatura

681
CONDIVISIONI

Non tutti sanno che alcuni episodi de La Casa di Carta sono nati in Colombia. Ed è lì che Alex Pina, creatore, sceneggiatore e produttore esecutivo della serie, vuole tornare per trovare l’ispirazione per scrivere La Casa di Carta 5.

Il rinnovo non è stato ancora annunciato ufficialmente da Netflix, ma è praticamente certo, vista la conclusione apertissima della quarta stagione (qui la nostra recensione) e i numeri eccezionali delle visualizzazioni in streaming: la piattaforma non rende noti i suoi dati ma basti sapere che La Casa di Carta 4 era al primo posto in decine di Paesi, tra cui ovviamente anche l’Italia, nel giorno del suo debutto, lo scorso 3 aprile.

Addirittura si attende l’annuncio per un rinnovo doppio, per altre due stagioni della serie diventata il jolly di Netflix quando nel 2017 ha iniziato a diventare virale nel suo catalogo. Probabilmente la conferma del rinnovo arriverà in estate, ma intanto Alex Pina si prepara a scrivere il nuovo capitolo.

Impegnato anche nella promozione della nuova serie White Lines, sempre su Netflix, ha dichiarato in varie interviste di non poter ancora parlare de La Casa di Carta 5, ma evidentemente è già proiettato alla stesura della sceneggiatura della nuova stagione.

Parlando con rcn.com, Alex Pina ha svelato di aver scritto parte degli episodi de La Casa di Carta in Colombia, la terra del realismo magico che lo ha affascinato e ispirato nel processo creativo delle sue sceneggiature: “Molti probabilmente non sanno che gli ultimi due capitoli della seconda stagione sono stati scritti nel Tayrona Park in Colombia“, ha rivelato lo sceneggiatore, aggiungendo l’intenzione di tornarvi quanto prima. “Non appena il lockdown viene rimosso, andiamo in Colombia per scrivere di nuovo“, ha assicurato lo showrunner spagnolo.

Il viaggio in Colombia sarebbe un modo per ritrovare l’ispirazione dopo quasi due mesi di lockdown in Spagna a causa del Coronavirus, in cui lo stress psicofisico del confinamento si è fatto sentire e si è riverberato anche sulla scrittura, come ha raccontato a latercera.com: “Scrivo pochissimo e molto male. È come se la lucidità o l’ispirazione fossero diminuite. Forse a causa della drammatica situazione o della mancanza di stimoli, non so bene, ma la scrittura non scorre come dovrebbe“.

Prima della quarantena Pina stava lavorando anche alla produzione di un’altra serie originale Netflix, Sky Rojo, che vede nel cast Miguel Angel Silvestre (Sense8, Narcos, Velvet) e Verónica Sánchez (Il Molo Rosso), le cui riprese sono attualmente sospese.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.