Il concerto di Marco Masini all’Arena di Verona è rimandato a data da destinarsi

Il concerto di Marco Masini all'Arena di Verona è rimandato, l'emergenza Coronavirus fa saltare la festa per il trentennale

1
CONDIVISIONI

Il concerto di Marco Masini all’Arena di Verona è rimandato a data da destinarsi. La festa per il trentennale non potrà tenersi nel 2020, a causa del perdurare dell’emergenza Coronavirus, ma niente è annullato. L’appuntamento è per il 2021, in data da destinarsi.

I biglietti già acquistati rimangono validi per la prossima data, che sarà comunicata entro e non oltre il 31 luglio. Salta quindi anche il concerto di settembre, con un’estate che si prospetta completamente in silenzio nell’attesa che rientri l’emergenza sanitaria attualmente in corso.

Tanti amici per la festa del trentennale

Il concerto di Marco Masini all’Arena di Verona avrebbe dovuto ospitare una serie di amici e colleghi, che compaiono anche nel disco e nei duetti dei grandi successi che ha voluto inserire nell’album per i 30 anni di carriera. Tutti gli amici ci saranno anche nel 2021, nella nuova data che sarà comunicata molto presto.

La nuova era discografica di Marco Masini è iniziata con la partecipazione al Festival di Sanremo in Il Confronto, con il conseguente rilascio della raccolta che contiene i duetti con gli altri artisti e quattro inediti, di cui fa parte anche il brano di Sanremo.

Il nuovo album avrebbe dovuto essere presentato nel corso di un lungo tour che per il momento rimane formalmente in piedi ma che va verso il rinvio al 2021. Marco Masini avrebbe dovuto esibirsi all’Arena di Verona ma anche in alcuni dei maggiori teatri italiani.

In questi giorni, Marco Masini è anche tornato in radio con un nuovo singolo, T’Innamorerai, in duetto con Francesco Renga. Si tratta del secondo estratto dalla raccolta Masini + 1 30th Anniversary, che ha pubblicato a ridosso della partecipazione al Festival di Sanremo e che avrebbe dovuto presentare nel corso di un lungo instore che ha dovuto annullare a causa dell’emergenza Coronavirus, che si stava diffondendo in Italia proprio in quelle settimane.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.