A Striscia La Notizia il concerto Una Nessuna Centomila per incongruenze sui biglietti

Max Laudadio a Striscia La Notizia sottolinea incongruenze nella gestione delle prevendite dell'evento benefico in programma a settembre

102
CONDIVISIONI

A Striscia La Notizia incongruenze sui biglietti per il concerto benefico Una Nessuna Centomila, contro la violenza sulle donne, in programma a settembre e a rischio cancellazione a causa della pandemia da Coronavirus.

Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Elisa, Giorgia, Gianna Nannini, Emma Marrone e Alessandra Amoroso sono le protagoniste dell’evento in programma al momento per il 19 settembre 2020 all’Arena Campovolo di Reggio Emilia, ma a rischio posticipo come il concerto di Ligabue nella stessa location.

Il concerto Una Nessuna Centomila raggiunge Striscia La Notizia per incongruenze sulla prevendita dei biglietti. Il servizio è di Max Laudadio che pone all’attenzione del pubblico commissioni di vendita sospette e per certi versi ingiustificate, se consideriamo che si tratta di un live a sfondo benefico il cui ricavato sarà devoluto ad associazione selezionate.

Ma quale ricavato sarà devoluto a sostegno delle associazioni al fianco delle donne? Quello che deriva dal prezzo di vendita dei biglietti, non quello che deriva dalle commissioni di prevendita, già nelle casse di F&P per un totale di oltre 40.000 biglietti venduti in soli 3 giorni.

Parliamo di una capienza che supera le 80.000 persone con commissioni variabili, dai 3 euro ai 25 euro, in base al posto scelto dall’acquirente.

Alcuni fedeli spettatori di Striscia La Notizia hanno segnalato stranezze nella gestione delle prevendite: su TicketOne c’è scritto chiaramente che la prevendita è inclusa nel prezzo d’acquisto ma, nel momento di finalizzarlo, il fan si trova dinanzi a nuove commissioni di prevendita (commissioni di servizio) applicate da TicketOne in accordo con l’organizzatore, F&P di Salzano.

Striscia La Notizia indaga sulle commissioni di servizio, pagati in funzione di accordi con gli organizzatori: la F&P di Salzano, al 60% di proprietà della CTS Eventim, proprietaria della stessa TicketOne. Un accordo in casa, in sostanza.

Si tratta di commissioni che vanno direttamente nelle tasche di chi vende, in percentuale sul prezzo del biglietto.

Il concerto inoltre potrebbe essere annullato e questa commissione rientra tra i costi non rimborsabili all’acquirente. Su TicketOne si legge chiaramente che in caso di annullamento è facoltà dell’organizzatore non procedere al rimborso del diritto di prevendita, in nessun caso saranno rimborsabili le commissioni di servizio.

IL VIDEO DEL SERVIZIO DI STRISCIA LA NOTIZIA

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.