Matt Bellamy dei Muse suonerà la chitarra di Jeff Buckley nel nuovo album della band

Matt Bellamy ha acquistato la chitarra che Jeff Buckley suonò per registrare il disco Grace: "La userò per il nuovo album dei Muse"

1
CONDIVISIONI

Non un apporto sonoro qualsiasi: Matt Bellamy dei Muse ha acquistato la chitarra di Jeff Buckley e ha riferito che la userà per il nuovo album dei Muse. Un frontman in continuo fermento, durante la quarantena, dal momento che lo abbiamo visto registrare anche un singolo da solista dal titolo Tomorrow’s World per colorare di positività questo periodo storico.

In una recente intervista rilasciata per Guitar World il cantautore britannico ha riferito di aver acquistato la chitarra di Jeff Buckley, una Fender Telecaster blonde, che l’artista scomparso utilizzò per registrare il disco Grace (1994) e soprattutto la sua versione di Hallelujah di Leonard Cohen.

Matt Bellamy, nell’intervista, ha raccontato di essersi affidato a un team di persone per assicurarsi che quella fosse realmente la sei corde di Jeff Buckley, arrivando anche a prendere contatto con la famiglia. Una volta accertatosi che il pezzo fosse autentico, il frontman dei Muse ha concluso l’acquisto.

Bellamy riferisce che lo strumento ha un suono brillante che non aveva mai sentito prima d’ora, ma allo stesso tempo presenta un difetto di fabbrica nel pick up che risulta leggermente sfasato. La chitarra di Jeff Buckley non ha mai subito modifiche, dunque il frontman dei Muse si ritrova ad avere tra le mani un pezzo di storia rimasto intatto.

Tra l’altro, racconta Matt Bellamy, la vera proprietaria della chitarra di Jeff Buckley era l’amica Janine Nichols. La ragazza gli aveva prestato quella sei corde quando alcuni ladri avevano fatto irruzione nell’appartamento del cantautore di Forget Her per poi portarsi via i suoi strumenti.

Bellamy, infine, ha riferito a Guitar World di aver già usato lo strumento per il suo side-project Jaded Hearts Club e che con la chitarra di Jeff Buckley intende registrare anche il prossimo album dei Muse, che presto torneranno in studio per rimettersi al lavoro.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.