Germania batte Italia. Coraggio Bundesliga e Merkel. Paura Serie A e Spadafora

I tedeschi sono superiori. La coraggiosa Bundesliga sfida il Coronavirus e torna in campo mentre in Italia Governo, Lega e FIGC sono pavidi ed ancora litigano su protocolli e cavilli in attesa di un impossibile rischio zero

546
CONDIVISIONI
Bundesliga, si torna in campo

La Bundesliga torna in campo. Il calcio tedesco sfida il Coronavirus e traccia la strada per la ripresa in tutto il mondo.

Finalmente si torna a giocare. I coraggiosi tedeschi  scendono in campo questo fine settimana. La Bundesliga rompe gli indugi e manda in campo i suoi atleti sfidando apertamente il Coronavirus.

Spesso la Germania è criticata per il suo ruolo di prima della classe nell’Unione europea. Ma ancora una volta i tedeschi dimostrano come questo primato nell’economia e nell’organizzazione sia ben meritato. La potentissima Bundesliga ricomincia a giocare dopo aver condiviso regole  anti Coronavirus.

Gli stadi saranno deserti, i calciatori non potranno stringersi la mano, abbracciarsi dopo una rete, sputare e condividere le borracce. Le conferenze stampa solo on line, allenatori e raccattapalle con mascherina. Il clima sarà surreale specialmente per gli stadi della Bundesliga che propongono abitualmente il tutto esaurito ed uno spettacolo di cori e colori. Ma la lotta al Coronavirus esige questi sacrifici che i tedeschi con coraggio hanno deciso di accettare.

Nel resto d’Europa si procede in ordine sparso. Le altre leghe principali ( Inghilterra, Spagna ed Italia) sono ancora alle prese con polemiche, cavilli e protocolli più o meno impossibili da attuare. Alcuni come Francia ed Olanda hanno addirittura alzato bandiera bianca.

Dunque l’Europa chiacchiera ed i tedeschi giocano. Se sono i primi in Europa ci sarà un motivo. Il ritorno in campo della Bundeliga è una spinta motivazionale potentissima. I tedeschi dimostreranno che si può convivere con il Coronavirus prendendosi ciascuno responsabilità e rischi calcolati. L’esatto contrario della pavida Italia dove qualcuno vorrebbe attendere il rischio zero ( che mai ci sarà) o chiede ad altri di decidere per conto proprio. Povera Italia di beghe mediocri, governanti e dirigenti inadeguati. Forza Germania di uomini e donne ( come la Merkel) decisi e coraggiosi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.