Video e traduzione di Don’t Let Me Disappear di Ben Harper, una ballata sul confine tra solitudine e isolamento

Ben Harper regala una ballata alle persone che vivono una solitudine che non hanno scelto e per questo rischiano di essere dimenticate

18
CONDIVISIONI

Don’t Let Me Disappear di Ben Harper contiene tutta la sensibilità del cantautore di Claremont, che ritorna a un anno di distanza dal singolo estivo Uneven Days con un pezzo che sa di intimismo, malinconia e desolazione.

Una preghiera che troviamo già nel titolo: Don’t Let Me Disappear significa Non Lasciarmi Scomparire e suona come un grido gentile con il quale Ben Harper si fa portavoce di tutte quelle persone che vivono una solitudine che non hanno scelto e che quindi, col tempo, ha indossato le vesti oscure dell’isolamento e dell’invisibilità.

Lo dice lui stesso quando parla del brano:

“Don’t Let Me Disappear parla della sottile linea tra la solitudine, l’isolamento e l’invisibilità, quel limbo in cui sembra impossibile trovare un modo per non nascondersi alla luce del sole“.

Nel video di Don’t Let Me Disappear di Ben Harper diretto da Kristin Sudeikis e Gabriel Judet-Weinshel e girato interamente in bianco e nero, vediamo le immagini del cantautore che suona la sua chitarra acustica alternate al ballo di due danzatori.

Due contesti tendono a riunirsi: le mura domestiche – ora una finestra, ora una staccionata, ora un salotto, ora una scrivania – e il mondo esterno di cui non possiamo vedere il verde per via dell’impiego della scala di grigi, ma di cui possiamo coglierne con malinconia l’immensità.

L’ultimo disco in studio di Ben Harper è No Mercy In This Land, pubblicato nel 2018 e di cui si attende un seguito. Recentemente il cantautore statunitense ha collaborato come autore per alcuni artisti del roster dell’etichetta Anti- come Christopher Paul Stelling, le Hey-King e Mavis Staples, di cui ha prodotto i brani del disco We Get By (2019).

Una ballata, Don’t Let Me Disappear di Ben Harper, che si rivolge timidamente anche alle persone che con il lockdown si sentono ancora più sole.

Testo

“Been so long since it felt easy
Been too long since anyone could reach me
It’s slipping away
Don’t let me disappear

I am broken but we are whole
Like a train down the track days over me roll
So tired of hurting
Don’t let me disappear

We’re too young to regret so much
We’re too scorned to ever trust

It’s coming apart
Don’t let me disappear

I’m just trying to catch up to myself
While leaving myself behind
And while the world spins
We hang off the side
The lights are bright and this place is closing
I can’t go home and face this morning
Just keep me still
Don’t let me disappear

Been so long since it was easy
Been so long since anyone could reach me
It’s slipping away
Don’t let me disappear”

Traduzione

“È passato tanto tempo da quando era facile,
tanto tempo da quando tutti potevano raggiungermi.
Sta scivolando via,
non lasciarmi scomparire.

Sono a pezzi ma siamo in tanti
i giorni mi passano addosso come un treno scorre sui binari,
sono stanco di soffrire,
non lasciarmi scomparire.

Siamo troppo giovani per passare il tempo a pentirci,
siamo troppo messi da parte per credere che stia finendo,
non lasciarmi scomparire.

Sto solo cercando di riprendermi
mentre mi lascio indietro
e mentre il mondo gira
noi cadiamo da un lato.
Le luci brillano e questo posto sta per chiudere,
non posso andare a casa e affrontare questa giornata.
Tienimi con te,
non lasciarmi scomparire.

È passato tanto tempo da quando era facile,
tanto tempo da quando tutti potevano raggiungermi.
Sta scivolando via,
non lasciarmi scomparire”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.