Nucleare è il nuovo singolo di Arisa con Manupuma per la Fondazione Francesca Rava, una dolce dedica alle mamme

Arisa e Manupuma cantano Nucleare e raccolgono fondi per Progetto Maternità COVID-19 della Fondazione Francesca Rava

4
CONDIVISIONI

Nel nuovo singolo di Arisa con Manupuma troviamo tutta la battaglia della Fondazione Francesca Rava, la onlus da sempre in prima linea con le mamme e i bambini. Nucleare, questo il titolo del brano disponibile da venerdì 15 maggio, è dedicato proprio alle future mamme e ai loro bimbi nati nell’emergenza in questo periodo difficile di quarantena e distanziamento sociale per il COVID-19.

Arisa è volontaria e testimone della onlus e ha scelto di donare alla Fondazione un brano inedito scritto da Manupuma e arrangiato e prodotto da Michele Ranauro. La cantautrice di Sincerità descrive Nucleare come un brano intenso che ha l’intento di sensibilizzare l’ascoltatore all’argomento delle nascite durante l’emergenza, un insieme di lieti eventi che in questo periodo storico arrivano sempre come segnali di speranza.

Sempre Arisa racconta che il brano è stato scritto tempo fa da Manupuma e Ranauro, ma le è sembrato talmente attuale da essersene innamorata subito. Il testo, spiega la voce de L’Amore È Un’Altra Cosa, sembrava descrivere perfettamente questo periodo storico.

Nel suo impegno come volontaria, Arisa ha collaborato con la Fondazione Francesca Rava ad Haiti e in Messico, diventando una dei membri più determinanti della onlus. Per questo Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione, dice di lei: “Sono profondamente grata ad Arisa per essere ancora una volta vicina alla Fondazione con la sua straordinaria sensibilità.

Per questo l’intero ricavato di Nucleare, disponibile dal 15 maggio su digital download e servizi di streaming, sarà devoluto al Progetto Maternità COVID-19 della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus.

Il Progetto Maternità COVID-19 ha l’obbiettivo di allestire percorsi ad hoc per le mamme infette e non infetti dal COVID-19 nei Reparti italiani. In questo momento il progetto è attivo presso il Sacco di Milano e presso la Clinica Mangiagalli in coordinamento con la Regione Lombardia.

Nucleare, il nuovo singolo di Arisa e Manupuma, racconta tutto quel mondo fatato delle mamme che donano nuove vite anche in un momento di paura.

Testo

“La gente cammina e non sa
che potrebbe rimanere scalza
la gente corre e prende
in fondo l’amore è il più antico petrolio
senza guardare il sole che se ne va
città nucleare
chissà se un’altra primavera tornerò

Il mio cuore che batte si ferma e batte
e cade in un’altra realtà
Se io fossi Dio io cercherei negli occhi di un bambino
l’amore quello vero quello che non si è mai perso
perchè non si è sporcato mai con la realtà
se io fossi Dio e riuscissi ad abbracciare l’infinito
camminerei dove la neve cade oltre le nuvole

La gente convive col fumo negli occhi
la gente si perde come perdere un tram
ho chiesto l’amore nessuno ne ha
uno stanco universo che se ne va
anche le stelle lassù
ricordano che c’è poco tempo per la libertà

Il mio cuore che batte si ferma e batte
e cade in un’altra realtà

Se io fossi Dio io cercherei negli occhi di un bambino
l’amore quello vero quello che non si è mai perso
perchè non si è sporcato mai con la realtàse io fossi Dio e riuscissi ad abbracciare l’infinito
camminerei dove la neve cade oltre le nuvole

Se io fossi Dio
se io fossi Dio
cercherei negli occhi di un bambino
l’amore quello vero quello che non si è sporcato mai”

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.