Linee guida Inail della Fase 2 per riapertura dei ristoranti: tutte le regole

Distanziamento è la parola d'ordine in questo momento, altre indicazioni utili

9
CONDIVISIONI

Quali sono le linee guida Inail della Fase 2 per la riapertura dei ristoranti oramai prossima? Come cambierà la nostra esperienza nel momento in cui ci godremo il ritorno al nostro pub, pizzeria, agriturismo preferito? A tal proposito, nelle ultime ore, sono state fornite delle indicazioni ben precise da parte dell’istituto nazionale che dovranno essere sempre rispettate alla lettera.

Parola d’ordine, distanziamento sociale

I tavoli dovranno essere decisamente distanziati nei ristoranti. La regola ferrea prevista dalle linee guida Inail della Fase 2 in vista della riapertura dei ristoranti vorrebbe uno spazio dedicato al singolo cliente di ben 4 metri quadrati. Il tutto per evitare che i droplets “contagiosi” di clienti potenzialmente infetti siano un pericolo per altre persone presenti in sala. Le eccezioni possono essere ammesse per le persone che si dichiarano essere conviventi e dunque dello stesso nucleo familiare.

Come conseguenza più che naturale, la capienza massima di ogni locale sarà decisamente rivista. Potrebbero venire in aiuto per le specifiche limitazioni l’installazione di pareti divisorie.

Turni e prenotazione

Nelle linee guida Inail della Fase 2 si fa esplicito riferimento alla necessità di garantire una rigida turnazione tra i clienti, il tutto per garantire i tempi di pulizia tra un gruppo di clienti e un altro. La prenotazione potrebbe dunque diventare obbligatoria sempre via web, app o anche telefonica, per favorire la gestione dei commensali ma anche per evitare assembramenti in entrata e in uscita dai locali..

Addio ai buffet

Forse qualcuno ne sarà pure contento: i buffet sono decisamente banditi nei ristoranti, pub, pizzerie per evitare che si attinga agli stessi piatti, vassoi e si usino le stesse posate. Allo stesso tempo la modalità di servizio ha sempre dato vita ad assembramenti. Spazio dunque al solo servizio a tavola dei camerieri.

Nuovi menù

Niente più menù che passano di mano in mano e dunque anche di tavolo in tavolo. Le portate del giorno andranno scritte su una lavagna, consegnate su fogli monouso oppure disponibili su un’app o sito del ristorante.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.