La conta dei morti ne Le Regole del Delitto Perfetto a un solo episodio dal finale di serie

Quello che succederà nel gran finale della serie è influenzato almeno in parte da ciascuna di queste morti, ripercorse dalla prima, quella di Sam Keating

Quelli de Le Regole del Delitto Perfetto sono stati sei lunghi anni di palpitazioni, passioni, tradimenti, menzogne e… morti. Sì, perché se l’episodio pilota ha dato l’impressione di voler concentrare gli sforzi dei protagonisti nell’occultamento dell’omicidio di Sam Keating, col passare delle settimane e delle stagioni si è capito come la morte fosse un elemento nient’affatto casuale e isolato.

In attesa del finale di serie – in onda su ABC giovedì 14 maggio – e della messa in onda degli episodi in italiano su Fox – da giovedì 28 maggio –, facciamo dunque una conta dei morti che, partendo proprio da Sam Keating, ci porta dritti all’hashtag chiave della sesta stagione, #WhoKilledAnnalise.

Sam Keating

La morte di Sam Keating sul finire del pilot è stata per un lungo periodo il peso più grande sulle spalle di Annalise e dei suoi Keating 5. Gli studenti, all’epoca coinvolti nella difesa di Rebecca, si sono ritrovati coinvolti nel delitto per salvare la ragazza dallo strangolamento. E così Michaela ha spinto Sam giù per la tromba delle scale e Wes gli ha dato il colpo di grazia con la statuetta al tempo così ambita.

Lila Stangard

L’omicidio della studentessa universitaria Lila Stangard è antecedente alla morte di Sam, ma la serie vi arriva a ritroso con i suoi inconfondibili salti temporali. È in fondo questo evento a mettere in moto l’intera vicenda e cambiare per sempre la vita di Annalise. L’uccisione della ragazza è commissionata a Frank dallo stesso Sam, intenzionato a nascondere la sua relazione con la studentessa e la gravidanza di quest’ultima.

Rebecca Stutter

Pur essendo riuscita a farsi spazio nel cuore di Wes, Rebecca non ha saputo conquistare la fiducia di Annalise e del suo team, intenti a difenderla dall’accusa di aver ucciso l’amica Lila. Bonnie, in particolare, ha mostrato astio e risentimento nei confronti delle bugie della giovane e ha finito con il soffocarla usando una busta di plastica.

Helena Hapstall

La seconda stagione de Le Regole del Delitto Perfetto ha imperniato molte delle sue vicende attorno a Caleb e Catherine Hapstall, accusati di aver ucciso i propri genitori adottivi. Presi in carico da un’Annalise decisa a ritrovare il proprio smalto con un caso d’alto profilo, i due ragazzi sono finiti però in guai enormi. Caleb, in particolare, ha dimostrato di aver saputo ingannare sia la sorella che un’ingenua Michaela, depistando ogni sospetto sul suo coinvolgimento nella morte della zia Helena Hapstall, testimone chiave al processo.

Emily Sinclair

Ai fatti degli Hapstall, e in particolare alla loro lussuosa residenza, si è visto legato poi il destino di Emily Sinclar. L’enorme pressione a cui ha sottoposto la famiglia Millstone ha condotto al suicidio del padre di Asher, il giudice William Millstone, incapace di trovare una sana forma di reazione al riemergere del proprio passato. E tempo dopo è stato proprio Asher a cedere alla furia e uccidere Sinclair, per poi vedersi coprire dal diversivo di Bonnie.

Wallace Mahoney

Quando Le Regole del Delitto Perfetto ha finalmente svelato il legame esistente fra Wes e Annalise, chiarire la paternità del ragazzo è diventato sempre più urgente. Si è arrivati persino a pensare che il padre fosse Wallace Mahoney, cliente di Annalise, e pur non essendo questa la verità Frank lo ha ucciso per le sue responsabilità nella morte del bambino di Annalise.

Wes Gibbins

Scoprire chi fosse rimasto ucciso nell’incendio della casa di Annalise è stato il grande obiettivo della terza stagione. La morte di Wes, sconvolgente negli equilibri della serie e per le vite dei personaggi, è stata resa ancor più devastante dalle motivazioni emerse nel corso del tempo. I responsabili, infatti, sono stati i Castillo, e in particolare il loro uomo sul campo, Dominick, incaricato di sbarazzarsi del ragazzo per evitare inconvenienti nella gestione dei loschi affari della famiglia. Il finale di serie de Le Regole del Delitto Perfetto dovrà però svelare come sia possibile veder apparire un Wes decisamente vivo al funerale di Annalise.

Dominick Flores

Dominick è sempre stato disposto a sporcarsi le mani per i Castillo. Ben consapevole del tipo d’uomo con cui aveva già avuto a che fare, Frank ha sempre tenuto sotto controllo la sua presenza a Philadelphia, temendo che potesse mettere a repentaglio la vita di Laurel. Ed è proprio questo il motivo per cui lo ha ucciso, non sapendo però che Laurel avrebbe tentato di sfruttarlo per riottenere la custodia del piccolo Christopher.

Todd Denver

Quella del procuratore distrettuale Denver è stata una delle morti più soddisfacenti ne Le Regole del Delitto Perfetto. Uomo di fiducia dei Castillo ma segretamente in azione contro di loro, Todd Denver ha messo in atto i piani più elaborati e tenaci per dare filo da torcere ad Annalise e ai suoi studenti e collaboratori. La sua doppiezza, però, gli è costata la vita.

Le Regole Del Delitto Perfetto 2 Stagione (4 DVD)
  • Attributi: DVD, Drammatico
  • Viola Davis, Billy Brown, Alfred Enoch (Actors)

Nate Lahey Sr.

Su Nate Lahey Sr. Le Regole del Delitto Perfetto ha costruito la forza di una class action capace di arrivare alla Corte Suprema. In alcuni intensi, splendidi episodi la serie ha saputo mettere in luce le profonde ingiustizie perpetrate nei confronti di individui spezzati e soggiogati dal sistema. Le vittorie in tribunale hanno assicurato al padre di Nate le necessarie cure in una struttura adeguata, ma si sono concluse con l’uccisione dell’uomo da parte di Xavier Castillo su ordine della governatrice Birkhead.

Ron Miller

Nell’assistente procuratore distrettuale Ron Miller Bonnie ha trovato l’amore dopo i tormenti e le sofferenze patite in gioventù e le relazioni fallite con Frank e Asher. Eppure è proprio lei a soffocarlo a morte nella notte del matrimonio fra Connor e Oliver, ponendo fine alle sue sofferenze dopo il pestaggio da parte di Nate, convinto che proprio Miller avesse ordinato l’uccisione del padre.

Emmett Crawford

Viscido ma mai apertamente malvagio, nel tempo Emmett Crawford ha saputo conquistarsi il favore di Annalise, e non soltanto in ambito professionale. Le sue ambizioni politiche lo hanno però portato allo scontro con i Castillo e la governatrice Birkhead, la quale ha cospirato contro di lui facendo sì che venisse accusato di essere il mandante dell’omicidio di Nate Sr. È solo al principio della sesta stagione che viene confermata la sua morte per avvelenamento.

Asher Millstone

La morte di Asher ha segnato l’ultimo finale di metà stagione de Le Regole del Delitto Perfetto e sconvolto ancora una volta il già precario equilibrio dei Keating 4. Smascherato come talpa del gruppo, Asher non ha potuto che ammettere di essere in contatto con l’FBI e di aver stretto un accordo in cambio di prove concrete del coinvolgimento degli amici nei misfatti sottoposti a indagini. E sono proprio Michaela, Connor e Oliver a essere accusati della sua morte. A muovere i fili è però la governatrice Birkhead, in combutta coi federali e disposta a tutto pur di veder crollare Annalise.

Hannah Keating

Le Regole del Delitto Perfetto 6×13 ha riportato sullo schermo Sam Keating per indagarne il passato e i legami con la sorella Hannah. Svelata la relazione incentuosa fra i due fratelli, l’episodio ha regalato poi un nuovo e altrettanto clamoroso colpo di scena: il frutto di quel rapporto è Frank, lo stesso Frank che Sam ha così spesso tagliato fuori e tentato di allontanare. L’emergere di questa scomoda verità mette alla prova l’equilibrio di Hannah Keating, che sul finire del penultimo episodio viene ritrovata morta per un presunto suicidio. Tocca al finale di serie, a questo punto, rivelare se invece sia stata uccisa, ed eventualmente da chi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.