La quinta stagione di Gomorra sarà l’ultima: le riprese al via in estate con il ritorno di Marco d’Amore

La quinta stagione di Gomorra sarà l'ultima, Tozzi di Cattleya rivela che si tornerà sul set tra luglio e settembre con Marco d'Amore

436
CONDIVISIONI

Non ci aspettavamo di vedere chissà quante altre stagioni della serie ma sicuramente sapere adesso che la quinta stagione di Gomorra sarà l’ultima è un vero e proprio tonfo al cuore. La notizia arriva dagli Usa ma è stata rivelata dal presidente di Cattleya Riccardo Tozzi che intervistato da Deadline ha confidato che i nuovi episodi saranno gli ultimi o, almeno, questa è l’idea al momento poi “mai dire mai”: “Al momento, riteniamo che questa sia l’ultima stagione. Non si sa mai. Ma al momento, la pensiamo come l’ultima stagione”.

Al momento non si conosce ancora la data di messa in onda visto che Salvatore Esposito e il resto del cast non è ancora riuscito a capire quando e come si tornerà sul set alla luce di questa pandemia, ma è lo stesso patron di Cattleya a rivelare che le riprese di Gomorra 5 inizieranno tra luglio e settembre e che gli script sono già in fase di sviluppo avanzato tra riprese da fare in Italia e quelle da fare all’Estero come la serie ci ha abituato.

Riccardo Tozzi rivela: “Prevediamo di iniziare Gomorra tra luglio e settembre. Penso che sarà fantastico. Ogni volta, abbiamo provato a fare qualcosa di diverso e anche per questa quinta stagione abbiamo trovato un altro angolo speciale, crepuscolare, oscuro ed emotivo”.

Gomorra, La Serie - Stagione 3 (4 DVD)
  • Marco D'Amore,  Salvatore Esposito,  Cristina Donadio (Actors)

Secondo le ultime rivelazioni del patron sembra che Marco d’Amore tornerà sul set per dirigere i primi cinque episodi con il regista Claudio Cupellini ma poco si sa ancora sul suo ritorno nei panni di Ciro Di Marzio dopo quello che abbiamo visto ne L’Immortale, il film a lui dedicato:

“Ci stiamo muovendo verso la preparazione con l’idea di girare alla fine di giugno o all’inizio di luglio. È tecnicamente impossibile iniziare la produzione ora. Gli attori devono essere testati almeno una volta alla settimana e tali test non sono disponibili in quantità così elevate. Il secondo problema principale è che non esiste un’assicurazione. Le nuove produzioni indipendenti italiane non possono essere avviate, sebbene ciò potrebbe essere leggermente diverso in un progetto in studio più ampio. Nei prossimi due mesi prevediamo che i test diventeranno più facilmente disponibili. Il governo ha anche proposto un miglioramento del credito d’imposta che potrebbe contribuire a compensare la sfida assicurativa”.

Negli Usa la situazione è diversa e molto delicata visto che Gomorra si è arenata con la seconda stagione per via degli affari di Weinstein e i suoi problemi con la giustizia la cui ombra si è allungata sulle produzioni nelle sue mani. E a riguardo lo stesso Tozzi spiega: “Sono fiducioso che troveremo presto una soluzione negli Stati Uniti”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.