I 2 casi ufficiali in cui cambiare modalità di pagamento per bonus 600 euro con INPS

Istruzioni per approcciare al meglio la questione riguardante presunti errori con il proprio IBAN ed INPS

Bonus 600 euro

Ci sono ulteriori novità da prendere in considerazione per coloro che stanno incontrando difficoltà con la ricezione del bonus 600 euro da parte di INPS. Quanto vi riporto oggi, a conti fatti, dà continuità alle informazioni che vi abbiamo fornito in settimana a proposito di un tweet ufficiale dello stesso Istituto. La speranza è che, a questo punto, chi ha dovuto fronteggiare anomalie legate al proprio IBAN possa vedere la situazione sbloccata una volta per tutte dal 10 maggio.

Quando cambiare modalità di pagamento per il bonus 600 euro da INPS con anomalie IBAN

Provando ad analizzare la questione più da vicino, emerge ad esempio che in tanti stiano visualizzando lo stato della propria domanda come “in attesa di esito“, o addirittura “accolta“. In entrambe le circostanze, chi attende il bonus 600 euro da INPS pare abbia ricevuto contestualmente un messaggio di posta elettronica che avvisa loro di errori riguardanti il caricamento del proprio IBAN. Ufficialmente, stando ad un comunicato ufficiale diramato proprio da INPS, le suddette anomalie si possono verificare in due circostanze.

Da un lato, quando non viene riscontrata corrispondenza tra il codice fiscale del beneficiario della prestazione e il codice fiscale del titolare del conto corrente (o in alternativa la carta ricaricabile). Ancora, si registrano anche casi di coordinate bancarie che risultano errate, soprattutto a causa delle la presenza di codici ABI/CAB allo stato non censiti. Per farvela breve, si tratta di codici non più in uso che potrebbero generare errori in vista del pagamento per il vostro bonus 600 euro.

In tutti questi casi, viene consigliato di modificare la modalità di pagamento attuale, in modo tale che il bonus 600 euro venga erogato effettuato attraverso l’utilizzo del bonifico domiciliato. Riceverete tutte le informazioni del caso via SMS e tramite posta ordinaria, per poi recarvi presso un ufficio postale a riscuotere il saldo. Anche a voi è capitato qualcosa del genere?

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.