Cast e personaggi di Profiling 7 su Giallo: addio a Chloé Saint-Laurent, la nuova protagonista è Adèle Delettre

Passaggio di testimone al vertice del cast di Profiling 7, al via in prima visione da domenica 10 maggio: Adèle Delettre è la nuova criminologa

15
CONDIVISIONI

Debutta in prima visione in chiaro su Giallo, al canale 38 del digitale terrestre, Profiling 7: si tratta di una stagione di grande cambiamento per il poliziesco francese di TF1, che vede un avvicendamento del cast per quanto riguarda il ruolo della protagonista.

Il secondo episodio della stagione, infatti, è caratterizzato dalla partenza di Chloé Saint-Laurent, l’eroina della serie, interpretata dall’attrice Odile Vuillemin dal 2009: l’attrice ha deciso di lasciare il suo ruolo più importante in carriera per dedicarsi ad altri progetti e cercare nuove opportunità professionali. Gli sceneggiatori hanno però deciso di non uccidere il personaggio di Chloé, che ne ha già passate molte nel corso della serie, fino ad avere anche seri problemi di salute mentale.

C’è dunque un lieto fine per la buffa ma brillante criminologa che collabora con la polizia nazionale francese su casi che richiedono grandi abilità di profilazione di criminali ignoti: Chloé abbandonerà il suo incarico trasferendosi dall’altra parte dell’Oceano e verrà sostituita da un personaggio che è già apparso precedentemente nella serie.

Ad assumere il ruolo di protagonista è infatti Adèle Delettre, già nel cast dalla quarta stagione e personaggio regolare a partire dalla sesta. Il filo conduttore di Profiling 7 è il rapporto tra Adèle e sua sorella gemella, Camille: quest’ultima ha una storia estremamente drammatica, ispirata alla vicenda di cronaca nera di Natascha Kampusch, la giovane austriaca rapita all’età di dieci anni, nel 1998, e rimasta segregata per otto in un sottoscala. Una storia di violenza e di sindrome di Stoccolma raccontata nel libro di memorie 3096 giorni, il periodo trascorso dalla Kampusch in prigionia.

3096 giorni
  • Kampusch, Natascha (Author)

Entrambi i personaggi delle sorelle Delettre sono interpretati da Juliette Roudet e non si è trattato di una scelta di ripiego da parte delle creatrici della serie, Fanny Robert e Sophie: entrambe avevano deciso di dedicare al personaggio di Adèle uno spin-off del procedural, che aveva già anche un titolo, Profilage: Adèle. Poi, quanto è arrivata la notizia che Odile Vuillemin avrebbe lasciato il cast, si è optato per trasformare Adèle nella protagonista della serie, archiviando l’idea di uno spin-off. Il personaggio della Delettre era dunque già destinato ad un futuro da protagonista, cambiato in corso d’opera per la necessità di mandare avanti Profiling 7 nonostante il forfait del suo volto storico principale.

Il cast di Profiling 7 può contare comunque sulla continuità dei volti di Philippe Bas, che interpreta il comandante della Divisione della Polizia Giudiziaria Thomas Rocher, Raphaël Ferret come lo specialista di crimini informatici Hyppolite de Courtène, Sophie de Fürst come il luogotenente Emma Tomasi, Jean-Michel Martial come il commissario Grégoire Lamarck a capo del terzo DPJ a Parigi. Odile Vuillemin appare solo nei primi due episodi come Chloé Saint-Laurent, insieme a Fanie Zanini, che interpreta la figlia adottiva di Chloé, Lili Merrick.

Profiling 7 debutta in prima serata su Giallo domenica 10 maggio, dalle ore 21.10, con i primi due episodi della stagione dal titolo Ripartire, in cui Chloé, mentre ancora si sta riprendendo dalla morte di Garrel, torna a occuparsi del rapimento della sorella di Adèle. La programmazione proseguirà con due episodi in prima visione ogni domenica sera. La serie è disponibile anche in streaming sul sito giallotv.it.

C’è un momento per ridere… e un momento per investigare. Questa sera torna #Profiling con una nuova stagione piena di sorprese e colpi di scena, alle 21.10, su #Giallo.

Pubblicato da Giallo TV su Domenica 10 maggio 2020

Commenti (4):
Simone

La serie è nata con la particolare interprete Chloe’ , che con la sua personalità ha reso interessante ed accattivante la serie. Speriamo di rivederla al più presto, perché senza di lei la fiction non ha alcun senso, riducendosi a semplice “poliziesco” come se ne vedono tanti e non avendo più lo stesso seguito.

Tropicalsoul

marco 999 :per te fa schifo perchè sei senza cervello chi è abituato come te a tv spazzatura e americanate non apprezza queste cose-

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.