Little Richard è morto, addio alla leggenda di Tutti Frutti

Little Richard è morto, addio alla leggenda del rock'n'roll Tutti Frutti

96
CONDIVISIONI

Little Richard è morto. A darne l’annuncio è suo figlio Danny Penniman, tramite un comunicato stampa riportato da Rolling Stone Usa. Le cause della scomparsa rimangono ignote. Richard Danny Penniman, nome di battesimo di Little Richard, aveva 87 anni.

Noto per la sua indole trasgressiva e provocatoria, Little Richard era diventato famoso per numerose hit ma anche per Tutti Frutti, che – negli anni – è stata riproposta da numerosi artisti. Nella sua carriera, aveva dovuto scontrarsi col razzismo ma anche con i pregiudizi alla sua omosessualità, trainati dal suo aspetto eccentrico e dagli abiti di scena ricchi di lustrini e paillettes.

Numerosi i singoli di successo, tutti rilasciati nel fortunato biennio 1955-1957, tra i quali si contano Long Tall Sally, Lucille, Rip It Up, Ready Teddy, Good Golly Miss Molly. Subito dopo quest’ondata di successo, Little Richard aveva deciso di prendersi una pausa dalla musica per dedicarsi alla religione, con la conversione al cristianesimo che l’ha allontanato per un po’ di tempo dal mondo dello spettacolo.

Il ritorno negli anni 60

Esauriti gli impegni con la religione, Little Richard torna negli anni ’60 ma non riesce ad avere la presa degli anni precedenti poiché, nel frattempo, qualcun altro ha arricchito la musica con una nuova concezione di rock’n’roll. Quello che non è esaurito è il suo talento, tanto grande da convincere Jimi Hendrix a entrare nella sua band.

Si diletta anche come attore, con diverse apparizioni cinematografiche, compreso il noto Su E Giù Per Beverly Hills, ma la sua impronta musicale rimane così indelebile da influenzare la produzione di alcuni grandissimi artisti mondiali come James Brown, Bob Seger, Angus Young, Rod Stewart, fino a David Bowie e Freddie Mercury.

Little Richard ha sempre amato farsi chiamare The Original King of Rock’n’Roll, proprio perché negli anni ’50 ha cambiato il corso di un genere che – dopo di lui – non sarebbe rimasto lo stesso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.