Workin’ Moms 4 su Netflix, l’esilarante elogio delle madri imperfette

Dal 6 maggio i nuovi episodi di Workin' Moms 4 su Netflix, la sit-com canadese sulla sfida di essere neomamme lavoratrici

16
CONDIVISIONI

Workin’ Moms 4 è approdata su Netflix: dal 6 maggio è disponile la nuova stagione della sitcom canadese di CBC Television, arrivata lo scorso anno sulla piattaforma con le prime tre stagioni.

La serie vede protagoniste Catherine Reitman, Jessalyn Wanlim, Dani Kind e Juno Rinaldi nei panni di un gruppo di amiche con figli piccoli, costrette a barcamenarsi tra il lavoro e la famiglia, le aspettative sociali e i desideri personali. La sfida di essere neomamme lavoratrici in una società esigente, giudicante e pressante è al centro di questa serie comica alla Desperate Housewives che difende l’imperfezione, il diritto all’autodeterminazione delle donne, la libertà di sbagliare e di disattendere i codici familiari cristallizzati nella società patriarcale.

Una serie dal linguaggio colorito e dal cast corale, che con un tocco di satira di costume diverte e fa riflettere sul carico emotivo delle donne madri e lavoratrici, risultando per questo un ritratto onesto e non politicamente corretto della genitorialità nel nuovo millennio, anche se limitato ad un contesto comunque privilegiato che è quello della media borghesia canadese.

La creatrice della serie Catherine Reitman, che è anche una delle protagoniste di Workin’ Moms nei panni di Kate, ha avuto l’idea per il soggetto della serie mentre stava girando un film poco dopo la nascita di suo figlio, quando si è resa conto le che la sua emotività di neomamma aveva cambiato il modo di relazionarsi con gli altri, di cogliere l’ironia dei suoi colleghi, di trattenere la commozione e i sensi di colpa per essere tornata a lavoro avendo un bambino piccolo.

Così è nata Workin’ Moms, per raccontare lo sconvolgimento che la maternità rappresenta nella vita di una donna, l’impatto che ha sulla sua carriera e sulle sue ambizioni, i sensi di colpa, le aspirazioni in contrasto e lo stress emotivo che ne deriva. La serie è prodotta dalla Wolf + Rabbit Entertainment, la società di produzione della Reitman e di suo marito Philip Sternberg, colui che l’ha spinta a trasformare la propria esperienza personale in un racconto seriale. La protagonista della serie Kate Foster, infatti, è una sorta di alter ego della Reitman, una donna che torna a lavorare poco dopo aver dato alla luce il suo bambino, con tutte le conseguenze che la maternità ha sulla vita di una giovane donna.

Workin’ Moms 4 è disponibile su Netflix dal 6 maggio con i 10 nuovi episodi trasmessi in Canada lo scorso febbraio.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.