Wasted On You degli Evanescence è un caldo abbraccio contro la solitudine (video e traduzione)

Gli Evanescence anticipano il nuovo album con una ballata sull'amore tossico ma che descrive anche l'angoscia del lockdown

1
CONDIVISIONI

Empatia, stato di down e consapevolezza sono le fondamenta sulle quali trova appoggio Wasted On You degli Evanescence. Il nuovo singolo della band di Amy Lee è l’ancoraggio, lo stato di depressione che troviamo come allineamento tra noi e loro in un periodo storico in cui la percezione di sicurezza dei primi periodi è ora svanita cedendo il posto alla frustrazione e all’angoscia.

Ne leggiamo gli effetti se guardiamo negli occhi i singoli elementi catturati nel video ufficiale diretto da P.R. Brown. Bevono una birra, accarezzano il loro gatto o il loro cane, stanno sulla porta di casa, vivono la notte fissando il vuoto, dormono, suonano e abbracciano i loro figli: così gli Evanescence infrangono ogni barriera che in un mondo normale divide il personaggio famoso dal pubblico.

Wasted On You degli Evanescence

Non solo: 9 anni dopo l’album omonimo Evanescence (2011) e 3 anni dopo le rivisitazioni di Synthesis (2017) la band di Bring Me To Life ritorna con una ballata in 6/8 che se da una parte propone sonorità di soffice portata – chitarre macchiate di onirismo con l’octaver pitchato in alto, riverberi, delay e atmosfere malinconiche e sognanti – dall’altra non perde la forza delle distorsioni granitiche che, seppur scontate, in una ballata si rivelano sempre necessarie per rompere la monotonia.

Evanescence
  • Audio CD – Audiobook
  • 10/11/2011 (Publication Date) - Concord (Publisher)

Nel video Amy Lee impreca contro uno schermo, suona il pianoforte mentre i suoi compagni di band ripetono gesti quotidiani e imbracciano, anch’essi, i loro strumenti per fare della nuova musica. Un brano, Wasted On You degli Evanescence, che non nasce durante il lockdown ma che miracolosamente sembra descriverne le sensazioni come spiega Amy Lee:

“Stavamo registrando questa canzone finché non siamo potuti più andare in studio, così l’abbiamo finita lavorando in remoto attraverso condivisione di file e chiamate. Stiamo ancora scrivendo e abbiamo ancora molto lavoro da fare per questo album, ma questa volta volevamo pubblicare le canzoni singolarmente, mentre le stiamo ancora creando, per vivere più intensamente il momento insieme ai nostri fan. Wasted On You non era la canzone che avevamo intenzione di pubblicare per prima, ma poi tutto è cambiato e il mondo è entrato in questo indefinito lockdown, e questo brano rendeva bene le sensazioni e il significato di ciò che volevamo dire adesso. Non ho scritto il testo in vista di quello che stiamo attraversando, ma in qualche modo le parole della canzone esprimono esattamente questo momento. Questo è considerato un brutto momento per una release, ma crediamo che le persone abbiano bisogno di musica adesso più che mai“.

In definitiva, quindi, avremo un nuovo disco degli Evanescence entro il 2020. Sarà epico, dicono, almeno nel sound, e in effetti dai tempi di Fallen (2003) abbiamo imparato ad apprezzare quella declinazione del gothic rock al mainstream che ancora mancava, che fa storcere il naso ai puristi ma che si è resa necessaria ad avvicinare un pubblico ancora indeciso al genere.

Il nuovo disco degli Evanescence si chiamerà The Bitter Truth e probabilmente potremo goderlo dal vivo il 29 settembre 2020, salvo diverse disposizioni, con la data al Mediolanum Forum di Assago (Milano).

Wasted On You degli Evanescence – Testo

“I don’t need drugs
I’m already six feet low
Wasted on you
Waiting for a miracle
I can’t move on
Feels like we’re frozen in time
I’m wasted on you
Just pass me the bitter truth

Love, don’t you remember
we were the ones
nothing could ever change and love
It’s easier not to believe we have broken everything
but here we are
Numb my head till I can’t think anymore
But I still feel the pain

I don’t need drugs
I’m already six feet low
Wasted on you
Waiting for a miracle
I can’t move on
Feels like we’re frozen in time
I’m wasted on you
Just pass me the bitter truth

Once this was a garden
This was our world
All of the nightmares stayed in the dark
A little too much time by yourself and you become the enemy
Just look at us now
Drowning slowly just to stay true

I don’t need drugs
I’m already six feet low
Wasted on you
Waiting for a miracle
I can’t move on
I feel like we’re frozen in time
I’m wasted on you
Just pass me the bitter truth

Will I ever be the same
Am I strong enough to change
is it in my blood
Shield my eyes to face the day
Come too far to slip away
But it’s killing me to go on without you

I don’t need drugs
Im wasted on you
Waiting for a miracle
I can’t move on
like we’re frozen in time
I’m wasted on you
Just pass me the bitter truth”.

Wasted On You degli Evanescence – Traduzione

“Non ho bisogno di droghe,
mi trovo già sei piedi sottoterra.
Sono consumata da te
mentre attendo un miracolo.
Non posso muovermi
è come se fossimo ibernati nel tempo.
Sono consumata da te,
passami soltanto la verità più amara.

Amore, non ricordi?
Eravamo gli unici.
Niente può cambiare e amare,
è più semplice non accettare che abbiamo rovinato tutto
ma ora siamo qui.
Mi intorpidisco la testa finché non penserò più
ma sento ancora il dolore.

Non ho bisogno di droghe,
mi trovo già sei piedi sottoterra.
Sono consumata da te
mentre attendo un miracolo.
Non posso muovermi
è come se fossimo ibernati nel tempo.
Sono consumata da te,
passami soltanto la verità più amara.

Un tempo questo era il nostro giardino,
il nostro mondo.
Tutti gli incubi restavano al buio,
un po’ più di tempo con te stesso e diventi il nemico.
Ora guardaci
mentre sprofondiamo lentamente per restare reali.

Non ho bisogno di droghe,
mi trovo già sei piedi sottoterra.
Sono consumata da te
mentre attendo un miracolo.
Non posso muovermi
è come se fossimo ibernati nel tempo.
Sono consumata da te,
passami soltanto la verità più amara.

Sarò mai la stessa?
Sono forte abbastanza per cambiare?
Fa parte del mio io?
Proteggo i miei occhi per affrontare la giornata
che arriva troppo veloce per poi svanire,
ma andare continuare con te mi sta uccidendo.

Non ho bisogno di droghe,
mi trovo già sei piedi sottoterra.
Sono consumata da te
mentre attendo un miracolo.
Non posso muovermi
è come se fossimo ibernati nel tempo.
Sono consumata da te,
passami soltanto la verità più amara”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.