Diavoli 2 ci sarà, ambientata nel 2020 durante la pandemia: parla Guido Maria Brera

Si lavora già a Diavoli 2: lo sceneggiatore della serie anticipa qualche dettaglio sulla seconda stagione

247
CONDIVISIONI

Mentre la programmazione della prima stagione supera il giro di boa su Sky Atlantic, si lavora già alla scrittura di Diavoli 2: la produzione originale Sky con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey è già stata rinnovata per un secondo capitolo, attualmente in fase di sviluppo.

Adattamento del romanzo I Diavoli di Guido Maria Brera, un thriller finanziario ambientato negli anni dell’austerity dopo la grande crisi finanziaria del 2008, Diavoli ha debuttato il 17 aprile scorso in anteprima assoluta in Italia, affermandosi come il miglior esordio per una serie Sky Original della stagione 2019/20 (572 mila spettatori in media per il primo appuntamento) e terzo miglior debutto degli ultimi 3 anni, dietro a Gomorra 4 e Catch-22.

Già venduta in 160 Paesi, distribuita globalmente dal gruppo NBCUniversal, Diavoli avrà certamente un seguito, come ha già confermato Brera. L’autore del best-seller che ispira la serie – finanziere, scrittore e sceneggiatore che è anche tra i fondatori della casa editrice La Nave di Teseo – sta già lavorando alla sceneggiatura di Diavoli 2 insieme ad Alessandro Sermoneta, Mario Ruggeri, Elena Bucaccio, Chris Lunt, Michael Walker, Ben Harris, Daniele Cesarano, Ezio Abate e Barbara Petronio.

In una diretta con Candida Morvillo per Il Corriere della Sera, l’autore del romanzo ha confermato che il gruppo di sceneggiatori sta già scrivendo Diavoli 2. E ha aggiunto che se la prima era ambientata nel 2011, la seconda stagione vedrà invece i protagonisti Massimo Ruggero (Borghi) e Dominic Morgan (Dempsey) in azione ai giorni nostri. Di conseguenza, Diavoli 2 sarà necessariamente condizionata dalla pandemia da Coronavirus, che in qualche modo dovrà informarne la trama.

Stiamo lavorando a Diavoli 2 che inizia con i personaggi che si incontrano in un bar di Milano in questi giorni: l’apertura della stagione sarà ambientata proprio in questi giorni.

Brera ha commentato con soddisfazione gli ascolti premianti e non scontati per una serie che parla di finanza con lo scopo di raggiungere un ampio pubblico.

La scommessa folle fatta con Lux e Sky è stata sfidare il pubblico raccontando cose complesse ma rendendole più facili possibile: mi ha entusiasmato vedere un pubblico variegato, anche di giovani, che ha capito come funziona la finanza, è una sfida alle troppe semplificazioni di oggi.

Brera ha partecipato alla realizzazione del casting per i protagonisti, culminato nel “dream team che non mi sarei mai immaginato di avere“, l’inedita coppia Borghi-Dempsey:

Dempsey è stato affascinato da questo ruolo né buono né cattivo, lui che aveva sempre interpretato personaggi positivi. Il suo è un ruolo sorprendente che rappresenta un po’ l’intera cupola della finanza mondiale, coi suoi pro e contro. Si è speso moltissimo durante le riprese, anche nel correggere di cose della scrittura durante l’interpretazione in scena. Ancora oggi ci scriviamo perché è molto affascinato dal successo della serie.

Con Borghi, poi, è nata un’amicizia che è proseguita anche al di là del set: Brera ne ha elogiato la proverbiale dedizione usata per calarsi nei personaggi che interpreta.

Alessandro si è preparato a questa serie con un metodo simile a quello che usa per i film, come i grandi attori americani: è entrato pienamente nella parte. La differenza tra Alessandro Borghi e Massimo Ruggero è stata pressoché inesistente. Quando lo portavo in giro per Londra, è stato una spugna tale che oggi potrebbe tranquillamente andare a lavorare in una banca d’affari a Londra e nessuno lo riconoscerebbe. Ha imparato subito tutti i meccanismi e ha imparato l’inglese in modo incredibile. Spero che non ci lasci per andare a lavorare in America.

La prima stagione di Diavoli (qui la nostra recensione) si concluderà con gli ultimi due dei dieci episodi in onda su Sky Atlantic il 15 maggio. Per Diavoli 2, invece, probabilmente non basterà un anno tra scrittura, produzione e post-produzione, anche calcolando le limitazioni imposte dalla pandemia.

I diavoli
  • Brera, Guido Maria (Author)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.