Buon 25 aprile con le immagini della bandiera italiana e di liberazione dal coronavirus

Ricorrenza molto sentita quest'anno in cui si sente la necessità di liberarsi anche dalla minaccia Covid-19

598
CONDIVISIONI

L’augurio di un buon 25 aprile con le immagini della bandiera italiana quest’anno ha un significato diverso, quasi pure di liberazione dal coronavirus ossia dall’epidemia Covid-19 che purtroppo stiamo ancora vivendo. Siamo certamente in una fase discendente dei contagi ma ancora costretti tutti in quarantena e chiusi dunque nelle rispettive abitazioni. Per questo motivo la festività di questo fine mese sarà diversa dal solito ma forse anche più sentita rispetto agli altri anni.

In molti augureranno un buon 25 aprile attraverso le immagini della bandiera italiana, cercando ovvi riferimenti pure al coronairus che ci attanaglia in questa festività del 2020. L’auspicio è che ci sia davvero la liberazione dalla pandemia come nel 1945, esattamente 75 anni fa, abbiamo potuto sancire la vittoria definitiva contro l’occupazione nazista dei tedeschi ma anche contro il governo fascista.

Le più belle immagini di buon 25 aprile che non contengono solo la bandiera italiana ma anche chiari riferimenti al coronavirus e al particolare momento che stiamo vivendo sono quelle presenti nella galleria riportata in questo articolo. I simboli della festa della Liberazione sono naturalmente quelli che ogni anno siamo abituati a condividere ma in questa occasione c’è anche dell’altro.

In effetti nella galleria sovrastante, le immagini della bandiera italiana di buon 25 aprile mostrano balconi agghindati con il tricolore e con il pericoloso nemico (un po’ virus e un po’ simbolo del nazismo) alla finestra o ancora i richiami al popolo unito, allo slogan/hashtag #IoRestoLibero e alle immancabili frecce tricolore. Ognuna delle immagini presente nella selezione potrà essere selezionata e dunque utilizzate per essere condivisa su WhatsApp come su Facebook o attraverso qualsiasi altro canale prescelto. Mancando ancora la possibilità di scendere in strada e comunque di partecipare alle consuete manifestazioni in ricordo di quanto accaduto 75 anni fa, non resterà altro da fare se non condividere almeno un pensiero con amici, parenti e colleghi, sempre in ricordo del sacrificio di tanti italiani per scacciare via dai confini italiani la minaccia nazi-fascista.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.