Vasco Rossi consiglia di scaricare la app Immuni: “Non preoccupatevi dei dati”

Anche Vasco Rossi invita a scaricare l'app Immuni per avviare la fase 2

2450
CONDIVISIONI

Anche Vasco Rossi consiglia di scaricare la app Immuni. La dichiarazione del Kom non è però piaciuta ad alcuni fan, che invece non ritengono che l’applicazione sia utile al contenimento del contagio, ma sia solo un motivo in più per accedere ai dati.

“A parte gli scherzi… Consiglio a tutti di scaricare l’app IMMUNI. sarà utile per cercare di tenere sotto controllo la diffusione del VIRUS! Sarà comunque anonima. E non preoccupatevi dei dati… GIÀ LI DATE IN OGNI MOMENTO AI VOSTRI SOCIAL! E ogni volta che accendete il vostro telefonino”.

Com’è noto, la app potrà essere scaricata su base volontaria, senza limitazioni per coloro che, invece, non vorranno dotarsi dell’applicazione nella quale si potrà registrare il proprio stato di salute. Sono molti gli artisti che si sono schierati a favore dell’app che sarà disponibile per l’avvio della fase 2, andando spesso incontro alle critiche del pubblico.

La musica di Vasco Rossi è anche approdata nelle scuole di Pontenure, in provincia di Piacenza. Gli studenti dell’Istituto hanno infatti intonato uno dei brani più iconici della discografia del Kom, Un Senso. Il video ha fatto il giro della rete ed è approdato sulla pagina ufficiale del rocker di Zocca che ha rilanciato il progetto dei giovanissimi studenti piacentini.

Vasco Rossi festeggia i 22 anni di Rewind

In questi giorni, Vasco Rossi ha avuto anche modo di festeggiare i primi 22 anni di Rewind, che ha celebrato sui suoi canali social com’è solito fare per gli anniversari dei suoi dischi.

“Il 22 aprile 1999 usciva l’album dal vivo “Rewind”, la celebrazione del leggendario concerto di Imola. Lo spettacolo all’Autodromo Enzo Ferrari del 20 giugno 1998 (prima serata dell’Heineken Jammin’ Festival) è stato il primo vero evento epocale di massa, il primo del genere in Italia, con più di 130.000 spettatori paganti. La copertina del disco, realizzata in quattro diversi colori, ritrae Vasco nel momento in cui scende dall’elicottero che l’ha portato al concerto. “Quella sera ho goduto parecchio perché sentivo e vedevo la risposta del pubblico, ma anche della band, perché dal palco -soprattutto se è così grande – hai qualche difficoltà a sentire perfettamente tutti gli strumenti musicali. Quella sera è andato tutto benissimo, c’era grande intesa, a tutti i livelli. Il doppio live che ne è venuto fuori è davvero molto bello, direi quasi perfetto… è il live del secolo!”

I concerti di giugno ancora in bilico

Non ci sono notizie in merito ai concerti di giugno, quelli che Vasco dovrebbe tenere a cominciare dal giorno 10. Si è parlato di un possibile rinvio per settembre, ma anche per il 2021. La notizia del rinvio non è ancora ufficiale, ma lo stesso Vasco si è detto poco ottimista sul futuro. Scherzosamente, Vasco aveva anche chiesto notizie al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul futuro dei concerti, ancora troppo incerto a pochi giorni dall’avvio della fase 2.

Vasco Rossi è riuscito a tornare in Italia prima che gli Stati Uniti chiudessero le frontiere, con l’ultimo aereo per l’Europa. In questi giorni di lockdown, il Kom si è dedicato alla lettura e all’ascolto della musica, interrompendo i lavori per il nuovo album e quelli per il singolo che avrebbe dovuto essere pubblicato nelle prossime settimane.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.