Possibile che il Coronavirus si rifugia nei testicoli e viene trasmesso sessualmente?

Non pensate ad una bufala: è possibile che il Coronavirus si rifugi nei testicoli e venga trasmesso sessualmente

81
CONDIVISIONI

Il Coronavirus si rifugia nei testicoli, ed è questo il motivo per cui muoiono più uomini che donne? Alcuni, nel leggere titoli come questi, hanno pensato subito ad una bufala, purtroppo sempre più all’ordine del giorno (quando di meno ne avremmo bisogno, per giunta). Come riportato da ‘ilmessaggero.it‘, uno studio portato avanti negli USA dal Montefiore Health System e dall’Albert Einstein College of Medicine, a quattro mani con l’Ospedale di Malattie Infettive Kasturba a Mumbai in India, ha risposto all’interrogativo con una spiegazione un po’ insolita: il Coronavirus si rifugia nei testicoli, e potrebbe essere questo il motivo per cui muoiono di questa patologia più uomini che donne. Stando a quanto emerso dallo studio dei ricercatori, le ghiandole sessuali maschili rappresenterebbero per il Covid-19 una sorta di ambiente sicuro in cui rifugiarsi per sventare l’attacco del sistema immunitario che cerca di combatterlo. Una roccaforte, dunque, che manca nelle donne: le ovaie sono sprovviste della proteina ACE2, il recettore a cui il Coronavirus si unisce per invadere le nostre cellule.

Il parere degli studiosi che hanno condotto la ricerca

Il professore di biologia molecolare Amit Verma, il professore di biologia Ulrich Steidl, l’oncologa Aditi Shastri, e sua madre, Jayanthi Shastri, microbiologa in India, hanno unito le forze per condurre la ricerca secondo cui il Coronavirus si rifugia nei testicoli, pubblicando il loro lavoro su MedRxiv, un sito su cui gli esperti in queste settimane si stanno scambiando informazioni e dati sul Covid-19 (seppur non direttamente controllate da fonti autonome). Il Coronavirus, ormai è risaputo, incide maggiormente sugli uomini che sulle donne, colpendo gli individui di sesso maschile in modo molto più severo. Gli uomini, peraltro, impiegano anche molto più tempo a liberarsi delle ultime scorie del Covid-19, e da qui la maggiore gravità del loro stato di salute quando sotto attacco. In Cina, come anche in Corea del Sud, in Italia, in Inghilterra, in Spagna e negli USA, muoiono di Coronavirus molti più uomini che donne. A New York le percentuali sono del 68% di decessi maschili contro il 32% di decessi femminili.

Nel caso, il Coronavirus potrebbe anche trasmettersi sessualmente

Il Coronavirus, a detta dei quattro studiosi, si insinuerebbe nel corpo degli uomini anche attraverso i testicoli, alloggio in cui resterebbe anche più protetto dall’attacco del sistema immunitario. Una ricerca di tutto rispetto questa di cui vi stiamo parlando, che tuttavia dovrà passare ancora per vari controlli. Alcuni esperti hanno definito ‘possibile’ la teoria secondo cui il Coronavirus si rifugia nei testicoli. La professoressa Kathryn Sandberg della Georgetown University (una luminare nello studio delle differenze nelle reazioni immunitarie tra generi diversi), volendo fare un esempio pratico, ha dichiarato che le ghiandole sessuale maschili potrebbero effettivamente avere un ruolo nella maggiore incidenza del Covid-19 sugli uomini. La dottoressa ha consigliato alle strutture ospedaliere di tenere traccia delle differenti reazioni riscontrate tra uomini e donne, in maniera tale da capire sensibilmente i meccanismi sfruttati dal Covid-19 per attaccare il corpo umano. Se la teoria secondo cui il Coronavirus si rifugia nei testicoli dovesse risultare valida, aprirebbe ad un altro scenario preoccupante: l’agente patogeno potrebbe anche essere trasmesso sessualmente come secrezione del liquido seminale.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.