Sam Smith sul Coronavirus: “Sono sicuro di averlo avuto ma non ho fatto il tampone”, slitta il nuovo album

La popstar posticipa e rinomina il disco ma promette: "Entro il 2020 ci sarà"

3
CONDIVISIONI

Le parole di Sam Smith sul Coronavirus hanno rivelato una probabile esperienza con la malattia della popstar londinese. Nelle ultime ore, infatti, il cantautore classe 1992 ha raccontato ai microfoni di Zane Lowe su Apple Music che nei primi giorni della pandemia ha di sicuro contratto il Coronavirus.

Non solo lui, racconta Smith, ma anche sua sorella avrebbe contratto la malattia e di conseguenza l’intera famiglia si è chiusa in autoisolamento per tre settimane:

“Non mi sono sottoposto al tampone ma sono sicuro di aver preso la malattia. Al 100% era il Coronavirus. Tutto ciò che leggevo a proposito mi riconduceva a quello. Dunque sì, sono sicuro di averlo preso. Sono stato fortunato, perché in quel periodo il mondo intero era già sotto lockdown, quindi mi sono salvato”.

La scorsa settimana Sam Smith ha lanciato il nuovo singolo I’m Ready nel quale è presente anche l’amica e collega popstar Demi Lovato. Il singolo farà parte del nuovo album del cantautore londinese, ma a tal proposito Sam Smith ha deciso che ci saranno cambiamenti.

Thrill Of It All
  • Audio CD – Audiobook
  • 11/03/2017 (Publication Date) - VIDOL (Publisher)

Il terzo album, seguito ideale di The Thrill Of It All (2017), si sarebbe dovuto chiamare To Die For e sarebbe stato pubblicato il 1° maggio ma proprio a causa della pandemia la popstar ha scelto di posticipare la data di uscita e di dare un nuovo nome alla nuova opera.

In un annuncio pubblicato sui social ha detto:

“Nelle ultime settimane ho riflettuto a lungo e penso che il titolo del mio album e la sua imminente pubblicazione non vadano bene, quindi ho deciso di continuare a lavorare sul disco e di modificare alcune cose, con qualche aggiunta. Rinominerò l’album e ritiro la data di pubblicazione, ma confermo entrambe le cose. Non preoccupatevi, ci sarà comunque un album quest’anno, lo prometto. Per ora, però, farò della nuova musica nei prossimi mesi e sono felice di questo”.

I’m Ready è una delle anticipazioni ed è un nuovo manifesto di gioia e libertà per la comunità LGBTQ+ di cui Sam Smith è un autorevole portavoce. Anche nel video del brano, diretto da Jora Frantzis, il tema dei diritti del mondo LGBTQ+ è principale: Smith e Lovato, infatti, si muovono in un contesto che lo stesso cantautore ha chiamato “olimpiadi queer” sui social, tra bandiere arcobaleno e gare sportive.

Ciò che emerge dal nuovo singolo è soprattutto l’impronta stilistica di Sam Smith, con l’elettropop dalle dinamiche molto forti e dai suoni a volte aggressivi, un’atmosfera che trova favore nella strofa in tonalità minore e nel ritornello in tonalità maggiore.

Secondo le ultime dichiarazioni, dunque, Sam Smith avrebbe contratto il Coronavirus e lo avrebbe intuito dal momento in cui tutti i sintomi di cui si è fatta tanta comunicazione sui social e sui notiziari lo riconducevano alla malattia. Oggi il cantautore è guarito, stesso lieto fine che è capitato a Pink e al suo piccolo, e la popstar di Try ha anche invitato alle donazioni per le strutture sanitarie in difficoltà.

Le parole di Sam Smith sul Coronavirus possono far parte del racconto di tante persone: molti cittadini, infatti, sospettano di esser guariti dalla malattia di cui hanno accusato i sintomi nei primi mesi della pandemia, ma tanti non si sono sottoposti al tampone.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.