Del tutto falsa la catena secondo cui Instagram chiude il 28 luglio 2020: nuova bufala

Un primo approfondimento sulla catena che sta girando proprio in queste ore su Facebook

Pare stia girando molto in queste ore una nuova catena, secondo cui Instagram chiude il 28 luglio 2020. Un nuovo grattacapo, apparentemente, per gli utenti che in questo periodo hanno già dovuto fare i conti con la questione sicurezza e coi relativi intrecci riguardanti Zoom. Altra applicazione molto chiacchierata negli ultimi tempi, come probabilmente avrete notato attraverso l’articolo da noi pubblicato di recente. Oggi 17 aprile, invece, tocca fare i conti con una vera e propria bufala.

Instagram chiude il 28 luglio 2020: occhio alla nuova bufala

Secondo le informazioni raccolte tramite il messaggio diventato virale su Facebook, più in particolare, Instagram chiude il 28 luglio 2020 per una serie di ragioni. Tra queste, ci sarebbe il numero eccessivo di utenti che si sono iscritti al servizio e che, a conti fatti, avrebbe messo in ginocchio i server di questo colosso. Uno scenario praticamente impossibile, nel 2020, per un’applicazione che continua a crescere sotto i tutti i punti di vista e che ormai rappresenta un punto di riferimento per tutti nel mondo dei social.

La questione è molto semplice, in quanto ad oggi non ci sono alcune comunicazioni del genere disponibili tramite i canali ufficiali dell’azienda. Si tratta di una realtà in costante crescita, considerando anche la popolarità acquisita da Instagram negli ultimi anni, ragion per cui non c’è motivo di credere alla chiusura di questo servizio. A maggior ragione se pensiamo al fatto che lo “scoop” abbia preso piede in rete senza alcun controllo.

Insomma, Instagram chiude il 28 luglio 2020 è solo l’ultima bufala in ordine di tempo che ha investito il mondo dei social network. Fermiamola subito, in quanto crea disinformazione, anche se per una volta queste catene non contengono link che potrebbero mettere in discussione la sicurezza dei vostri dispositivi. Anche a voi è capitato di vedere il messaggio in questione?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.