Cancellato il Comic-Con di San Diego 2020, la Pandemia riscrive la storia dell’evento dopo 50 anni

Il Coronavirus riscrive la storia del Comic-Con di San Diego cancellato dopo cinquant'anni per la prima volta nella sua storia

65
CONDIVISIONI

Il Comic-Con di San Diego 2020 è stato cancellato. La notizia è di quelle colossali e lascia a bocca aperta milioni di fan in tutto il mondo mentre un brivido percorre la loro schiena pensando per un attimo a quello che sarà. Non vogliamo esagerare. Sappiamo bene che la Pandemia ha già riscritto la nostra storia e, forse, la nostra vita, spazzando via vite, eventi, usi e costumi in tutto il mondo, ma la cancellazione del Comic-Con di San Diego 2020 appare davvero come una cosa colossale che mette ancora di più i brividi.

A pensarci bene sarebbe stato impossibile riunire ogni giorno migliaia di avventori e addetti ai lavori tra conferenze stampa, proiezioni e acquisti tra i padiglioni ma fino alla fine ci abbiamo sperato. Non solo i patiti dei fumetti ma anche noi, gli amanti delle serie tv che ogni anno aspettiamo il mese di luglio per conoscere i primi dettagli sulle trame dei nuovi episodi di alcune delle serie più amate, guardare il cast sul palco pronto a svelare aneddoti e spoiler, e, infine, assistere alle premiére o alla proiezione dei primi trailer in attesa della nuova stagione, e adesso?

La Pandemia, il Coronavirus di cui ormai parliamo dall’inizio di questo 2020, ha riscritto la storia anche in questo caso spingendo gli organizzatori a cancellare l’evento dopo 50 anni di onorato servizio e rimandando tutto al 2021, dal 22 al 25 luglio, senza tentennamenti e mezze misure. SDCC ha inoltre annunciato che le persone che hanno acquistato i badge per Comic-Con 2020 avranno la possibilità di richiedere un rimborso o trasferire i loro badge direttamente all’edizione successiva.

Tutti i possessori di badge 2020 riceveranno un’e-mail entro la prossima settimana con le istruzioni su come richiedere un rimborso mentre gli hotel affiliati annulleranno le prenotazioni e rimborseranno tutti i depositi cauzionali. Il portavoce dell’SDCC David Glanzer ha affermato:

“Tempi straordinari richiedono misure straordinarie e anche se tutto questo ci rattrista, sappiamo che è la decisione giusta. Attendiamo con impazienza il momento in cui potremo incontrarci di nuovo e condividere la comunità che tutti amiamo per divertirci insieme”.

L’organizzazione ha anche annullato la convention dei fan WonderCon, dopo averlo inizialmente posticipato a marzo, slittando l’evento al 26 al 28 marzo 2021. All’inizio di questo mese, il Comic-Con International ha dichiarato che era “speranzosa” che tutto potesse ancora svolgersi nel 2020 ma alla fine non è stato così.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.