Con i problemi AnyDesk del 16 aprile lavoro da casa impossibile? Stato del servizio

Rallentamenti per il servizio di condivisione da remoto dei desktop in questa giornata

1
CONDIVISIONI

Questo giovedì 16 aprile si apre con problemi AnyDesk non certo sostenibili per chi usa il servizio, ossia professionisti e lavoratori di varie categoria costretti allo smart working a casa, oramai da settimane.

Per chi non conoscesse il software AnyDesk va detto che questo, insieme forse al più noto TeamViewer, è utilissimo per la condivisione da remoto dei desktop dei computer a distanza. Proprio per questo motivo, il servizio sta godendo di un grosso successo in questi tempi, esattamente nel momento in cui tanti italiani sono lontani dai loro luoghi di lavoro per effetto della quarantena, in piena emergenza Covid-19.

Il servizio Downdetector, questa mattina, segnala una curva importante di segnalazioni proprio di problemi AnyDesk. Considerando la natura di nicchia del servizio, è notevole come le centinaia di anomalie si siano manifestate quest’oggi. In particolar modo, possiamo dire che, fin dalle ore 9 e dunque con il via della consueta giornata lavorativa al computer per molti italiani, le prime difficoltà sono venute a galla.

Non è ancora chiara tuttavia la natura esatta dei problemi AnyDesk di questa giornata. Possiamo dire che le anomalie stanno riguardando gli accessi alla piattaforma e dunque la possibilità di condividere il lavoro da remoto. Sempre al momento di questa pubblicazione non ci sono comunicazioni puntuali da parte del gestore del servizio che possano darci un’idea pure degli eventuali tempi di risoluzione per il disservizio.

Aggiornamento 11:30 – La piattaforma AnyDesk ha mostrato le prime anomalie intorno alle 9 di stamattina: quest poi sono rientrate lentamente intorno alle ore 10. Purtroppo si registra un nuovo picco del disservizio intorno a questi minuti. Ci sono rallentamenti alla piattaforma e più in generale dunque diversi utenti non riescono ad utilizzare la piattaforma come al solito. Nessuna comunicazione sullo stato del servizio è giunta ancora in via ufficiale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.