Il live a Verona di Peter Gabriel pubblicato con un appello: “Sostenete l’Italia, fece lavorare i Genesis”

Il cantautore ricorda che il pubblico del Belpaese gli riconobbe il valore artistico che ancora il Regno Unito non gli attribuiva

16
CONDIVISIONI

Il live a Verona di Peter Gabriel è stato pubblicato dal cantautore per una campagna a sostegno dell’Italia. L’ex Genesis ha reso disponibili allo streaming gratuito i due film-documentari Scratch My Back e Taking The Pulse che ricostruiscono lo storico live all’arena di Verona del 26 settembre 2010.

Non solo un rilancio di un concerto che giunge al suo primo decennale: Peter Gabriel, nel contesto della pandemia del Coronavirus, vuole farsi portavoce di una campagna di donazioni a favore del Belpaese perché a quest’ultimo, racconta Gabriel, deve tanto.

Lo dice lui stesso in una lunga lettera pubblicata sul suo sito ufficiale:

“Abbiamo nel cuore tutti i nostri amici, fans e tutti coloro che sono stati colpiti in un modo o nell’altro dal virus, in Italia e nel mondo. Siamo anche preoccupati per il Regno Unito. Non vediamo l’ora di incontrarvi tutti nuovamente non appena questo genio cattivo è ritornato nella lampada. Andrà tutto bene“.

Peter Gabriel ricorda, poi, quegli anni ’70 in cui i Genesis trovarono nell’Italia il pubblico ideale per potersi affermare, e lo fa con un pizzico di nostalgia condita con devozione e sentimento:

“L’Italia ci diede lavoro quando non ce ne era. In particolare durante le estati degli anni ’70, quando si riusciva sempre a trovare da suonare. Le tournée migliori e più caotiche erano quelle in cui si attraversava tutto il paese in auto per fare un miscuglio di concerti fantastici, dalle discoteche litoranee ai campi di calcio in montagna. Sia la musica dei Genesis che la mia trovarono un pubblico meraviglioso e appassionato che cantava i nostri pezzi durante i concerti. Quando dovevamo registrare un album dal vivo, sempre come prima cosa chiedevo se fosse possibile farlo in Italia“.

Il cantautore e voce dei Genesis fino al 1975 racconta che in quel giorno, all’arena di Verona, aveva un forte raffreddore che gli impediva di raggiungere le note più alte, ma chiese lo stesso alla figlia Anna di effettuare delle riprese insieme al suo collaboratore Andrew Gaston e al suo team. Un lavoro eccellente, commenta Peter Gabriel che tuttavia – scrive – non è stato ammirato da tante persone. Per questo ha deciso di renderlo disponibile sulla piattaforma Vimeo, più precisamente sul canale Real World.

Offerta
So (25Th Anniv.Deluxe Edt.)
  • Casa discografica: EMI
  • Catalog #: 0800135

Nella lettera, infine, Peter Gabriel fa la richiesta di aiutare l’Italia con delle donazioni alla Croce Rossa Italiana e alla Protezione Civile. Un amore per l’Italia che l’ex Genesis dichiara in apertura della lettera: “Sono quasi 50 anni che amo l’Italia: la gente, la cultura, il mangiare, la storia e più recentemente la Sardegna.

Come molti ricorderanno, infatti, proprio negli anni ’70 i Genesis conquistarono l’Italia e trovarono il calore che ancora non arrivava dalla loro terra d’origine, quel Regno Unito in cui ancora si respirava l’elaborazione del lutto per lo scioglimento dei Beatles e nel quale si affermavano sempre di più i Queen e stava prendendo piede il movimento punk.

Eppure i Genesis di Collins e Gabriel erano già una delle punte di diamante delle correnti progressive rock che avanzavano in Europa. Il live a Verona di Peter Gabriel è ora disponibile per la visione gratuita, un’iniziativa che vuole essere un omaggio all’Italia ma anche una campagna di sensibilizzazione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.