La richiesta di Vasco Rossi a Giuseppe Conte dopo la conferenza stampa: “I concerti? Ci faccia sapere”

Il Kom chiede al Premier quando potranno riprendere i concerti dal vivo in programma per i prossimi mesi

7703
CONDIVISIONI

Arriva la richiesta di Vasco Rossi a Giuseppe Conte, fresco di conferenza stampa. Il Kom ha approfittato di uno dei tanti commenti dei fan che chiedeva lumi sui live in programma i prossimi mesi, rilanciando la domanda: “Premier, ci faccia sapere!”.

Sono, infatti, in molti a intervenire durante i discorsi ai cittadini del Premier, per chiedere quando potranno riprendere i concerti dal vivo di Vasco Rossi, talvolta strappando anche un sorriso in coloro che seguono la diretta.

Vasco Rossi dovrebbe tornare live a partire dal mese di giugno, con la data del 10 giugno. Il concerto sarà anticipato dal soundcheck del 9, per il quale è ancora possibile effettuare la propria prenotazione fino al 30 aprile. La prenotazione può essere disdetta, quindi l’iscrizione non vincola alla partecipazione.

I concerti di giugno rimangono confermati

Per il momento, i concerti di Vasco Rossi rimangono confermati. L’organizzazione aveva rimandato ogni decisione a dopo il 3 aprile, data poi prolungata al 13 e ora rimandata al 3 maggio. Sembra comunque difficile che i concerti possano tenersi regolarmente, data l’emergenza attualmente in corso.

Il primo dei concerti dovrebbe tenersi alla Visarno Arena di Firenze, quindi a Milano – in occasione degli iDays – e al Circo Massimo (in due date), per Rock In Roma. Il tour si concluderà con la data del 26 giugno all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Per le date di Roma e Imola è previsto l’opening act di Irene Grandi ed Emma Marrone.

Vasco Rossi aderisce all’appello di Stefano Massini

Sono tanti gli artisti che hanno aderito all’appello di Stefano Massini lanciato su La7 durante l’ultima puntata di Piazzapulita, nel quale ha parlato dell’attuale ruolo dell’arte e della cultura, relegate al ruolo di “inutili” durante l’emergenza sanitaria.

“Se dobbiamo ripartire, ripartiamo con un occhio alla bellezza perché la sete di ricordi passa dalla bellezza e dunque la bellezza è essenziale Sarebbe molto bello sentire qualcuno dire: è fondamentale riaprire i cinema e i teatri e far ripartire i concerti perché senza siamo orfani, perché questo fa parte della nostra identità”.

Tra gli artisti che hanno aderito all’appello non solo Vasco Rossi, ma anche Carlo Verdone, Fiorella Mannoia, Silvio Orlando, Jovanotti, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Gianna Nannini, Paola Cortellesi, Stefano Accorsi, Emma, Pierfrancesco Favino, Ambra Angiolini, Paola Turci, Tosca, Tommaso Paradiso, Ferzan Ozpetek e molti altri.

Il Kom festeggia i 39 anni di Siamo Solo Noi

L’isolamento domestico è spesso il momento dei ricordi. Il 9 aprile 1981 è uscita Siamo Solo Noi, uno dei brani più amati e iconici del Kom, che ricorda con queste parole:

“Ma più che di una generazione parlerei di una fascia di individui che non ha rigide limitazioni d’età: posso mettermici dentro anche io. I vecchi miti sono caduti, gli eroi di un tempo si sono trasformati in cadaveri, non ci sono più princìpi né ideologie su cui poggiare la testa e i piedi. Cosa resta? Una voglia furibonda di bruciarsi le tappe in una vita senza regole, e la coscienza che tutto finirà comunque prestissimo. È chiaro che non avallo assolutamente una posizione come questa: mi limito a fotografarla. Ecco, non ho mai preteso e non ho messaggi, né proclami da lanciare, preferisco fornire il polso delle situazioni così come sono”.