Federico Rossi scrive una canzone per Paola Di Benedetto, vincitrice del GFVip (video)

Dopo la rottura del duo Benji e Fede, Federico Rossi fa una dedica alla sua fidanzata impegnata nell'esperienza del GFVip

4
CONDIVISIONI

Conclusa l’avventura con il duo Benji e Fede, Federico Rossi scrive una canzone per Paola Di Benedetto, la sua fidanzata, poi risultata vincitrice dell’ultima edizione del GFVip.

Il brano è stato fatto ascoltare durante la finale del reality, in un’edizione assurda senza pubblico, e ha già collezionato migliaia di visualizzazioni e centinaia di like.

La storia d’amore tra i due procede da qualche mese, non senza alti e bassi, dato che si era anche parlato di una possibile rottura. Durante il reality in onda su Canale5, si è parlato spesso di Federico Rossi e del suo rapporto con Paola Di Benedetto, richiamato più e più volte dal conduttore Alfonso Signorini.

Benji e Fede annunciano lo stop al gruppo

Dopo 10 anni di musica insieme, il duo modenese ha deciso che era arrivato il momento di continuare percorrendo strade divise. L’annuncio è arrivato come un fulmine a ciel sereno per i fan, che attendevano con ansia il concerto all’Arena di Verona in programma per il mese di maggio e ancora confermato.

“Abbiamo parlato molto di questo negli ultimi mesi, ci siamo confrontati come veri fratelli e dopo aver riflettuto a lungo abbiamo preso una decisione reciproca che rispettasse le necessità e i sentimenti di entrambi. Federico e Benjamin sono due giovani adulti come tanti altri, carichi di idee, emozioni, paure e speranze per il futuro. Vi racconteremo I motivi di questa nostra importante scelta ma anche moltissime altre cose di noi nel nostro libro NAKED, che sarà anche l’occasione per rivederci, e rispondere a tutte le vostre domande. Non giudicateci, ma stateci vicino come avete sempre fatto”.

Il successo del gruppo da Facebook ai grandi palasport

Il progetto del gruppo è nato quasi per caso, dopo un messaggio che i due artisti si sono scambiati su Facebook. Trascorsi alcuni anni di gavetta sul web, vengono poi notati dalla Warner che propone loro il primo contratto, con il quale rilasciano l’album di debutto 20:05. Il rilascio degli album successivi è una corsa contro il tempo. Benji e Fede tornano con Zeropositivo quindi Siamo Solo Noise e Good Vibes, con il quale hanno concluso il progetto del gruppo.

Dal web ai concerti nei palasport

Il successo di Benji e Fede è arrivato improvvisamente e così si è sviluppato, fino ad arrivare ai palchi dei grandi palasport, a cominciare da quello del Mediolanum Forum di Assago per il debutto nel 2017. Benji e Fede hanno suonato anche al Palazzo dello Sport di Roma e suoneranno all’Arena di Verona, per l’ultimo concerto a due voci.

La rottura spiegata nel libro Naked

La decisione di dividersi non è stata semplice, tanto che Benji e Fede hanno deciso di raccontarne i motivi in un libro – Naked – che avrebbero dovuto rilasciare nel mese di marzo. Il rilascio del volume è rimandato a data da destinarsi.

“È arrivata stamattina la chiamata dalla nostra casa editrice: purtroppo per motivi di forza maggiore legati alle regole di contenimento e alla chiusura di tutti i negozi comprese le librerie, siamo costretti a spostare l’uscita del nostro nuovo libro “Naked” che era inizialmente prevista questo Martedì. Ci spezza il cuore dover aspettare a farvi leggere tante cose importanti che avevamo scritto per voi, ma non temete, appena passerà questo momento difficile e ci sarà più chiarezza su tutto vi comunicheremo la nuova data. Sarete i primi a saperlo, promesso! Nel frattempo per le tantissime persone che avevano già pre-ordinato il libro su Amazon vorremo dire di non preoccuparsi, il libro verrà consegnato a loro il primo giorno di uscita.Vi vogliamo bene e lavoreremo per tenervi compagnia in questi giorni di quarantena e vi sveleremo alcune parti del libro”.

View this post on Instagram

Sei la mia vincitrice ❤️🍀

A post shared by Federico Rossi (@federicofederossi) on

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.