Freud 2 ci sarà? Ecco le domande rimaste in sospeso nel finale della prima stagione

Da Fleur a Kiss, dal nuovo paziente al possibile matrimonio, ecco tutti gli interrogativi rimasti in sospeso e che fanno sperare in una conferma di Freud 2

Freud 2 ci sarà oppure no? Ormai i fan se lo chiedono da qualche giorno, almeno da quando Netflix ha regalato loro questa piccola perla che è entrata subito nella top 10 dopo il suo debutto. Splatter, strana, per alcuni tratti molto ad alta tensione, la serie austriaca-tedesca-ceca in otto episodi con Robert Finster ha saputo intrattenere gli abbonati della piattaforma che adesso vogliono le risposte ad alcune domande rimaste in sospeso nel finale della prima stagione.

ATTENZIONE SPOILER!

L’ultimo episodio è stato in parte conclusivo lasciando intendere che non ci sarà posto per Fleur in un possibile seguito, almeno non sul suo lettino dei pazienti, ma lasciando la porta aperta alla lunga carriera di Freud tornato a casa pronto a ricevere il suo prossimo paziente dopo essersi licenziato dalla clinica in cui lavorava. Le prime due domande in sospeso arrivano proprio da questi ultimi minuti del finale della prima stagione.

La prima riguarda proprio Fleur e la sua possibile uscita di scena. La giovane protagonista ha sconfitto il suo demone o, almeno, ha imparato a conviverci grazie a Freud ma adesso è in fuga perché ricercata dai servizi segreti austriaci dopo quello che è successo all’Imperatore e suo figlio. Proprio per questo ha detto addio al dottore e ha lasciato la città, davvero Fleur non tornerà ad affiancare Freud in una possibile seconda stagione? Il dottore sposerà davvero la sua Martha dopo quello che è successo con la sua prima paziente?

La seconda riguarda il misterioso paziente che ha bussato alla porta del dottore. Nel finale Martha accoglie il fidanzato a casa per rivelargli che c’è un paziente che lo attende. Alla luce del fatto che le sue doti non sono ancora note al “grande pubblico”, tutto lascia pensare che il paziente sia un volto già noto ai fan della serie, ma di chi potrebbe trattarsi? Se così non fosse la cura di un secondo paziente potrebbe regalare alla serie un’impronta antologica con una storia medica e personale da racconta di volta in volta facendo leva solo su Freud.

Il terzo capito rimasto senza risposta riguarda l’amato Kiss. Se Freud 2 ci fosse non si potrebbe prescindere dal destino dell’ispettore di polizia che ha combattuto al fianco di Freud e Fleur fino alla fine finendo anche lui preda dei suoi incubi. Proprio in uno degli ultimi episodi lo abbiamo visto uccidere sé stesso, forse la parte buona di lui, visto che nel finale si è vendicato del suo ex superiore piantando poi un coltello nel ritratto dell’imperatore. A quel punto è scappato via nei famosi canali ringhiando quasi come un animale lasciando intendere di essere passato al suo lato oscuro. Cosa ne sarà di lui adesso? Siamo sicuri che proprio la sua situazione, più di tutte le altre, saranno incisive in una possibile seconda stagione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.