Beta di Project xCloud anche in Italia: ecco come e quando registrarsi

Ecco come registrarsi anche in Italia per partecipare alla Beta di Microsoft dedicata al gioco in streaming

L’ammaliante e quasi avveniristico Project xCloud si sta facendo sempre più concreto. Il servizio di casa Microsoft pensato espressamente per il gioco in streaming – e dunque potenziale rivale di Google Stadia – è infatti più vicino al suo effettivo debutto sul mercato: per quanto il gigante di Redmond non abbia ancora piani per una data ufficiale, è comunque possibile testare la piattaforma grazie alla sua fase Preview. Fase preliminare che, come confermato dall’azienda solo una manciata di minuti fa attraverso un comunicato stampa, va a toccare altri undici Paesi dell’Europa Occidentale, Italia compresa. Per altro in tempi eccezionalmente brevi.

Il test italiano getterà le sue basi a partire da oggi, 7 aprile 2020, data che segna l’apertura delle registrazioni a tutti coloro che sono interessati ad utilizzare anche Project xCloud per coltivare la propria passione per l’universo in pixel e poligoni. Microsoft Italia invita allora ad attendere informazioni per l’attivazione del servizio:

Tenendo conto dell’attuale situazione di emergenza dovuta alla diffusione globale del COVID-19, non è stata ancora definita la data ufficiale dell’arrivo in Europa occidentale della preview di Project xCloud. Il programma coinvolgerà inizialmente un numero limitato di partecipanti per ciascun Paese per poter garantire la continuità del servizio; nuovi giocatori saranno successivamente coinvolti nella preview.

Offerta
Xbox One X - Console 1TB
  • La grafica del gioco è veloce e dettagliata, con una larghezza di...
  • La GPU da 6 Teraflop offre ambienti 4K e personaggi realistici

Questo significa che dal sito della “grande M” – basta fiondarsi a questo indirizzopotrete registrarvi al programma Preview di Project xCloud. I partecipanti riceveranno una mail con tutti i dettagli del caso non appena la fase di test partirà ufficialmente. Per il momento non sappiamo quali giochi specifici verranno inclusi nella prova anche per il nostro Paese, dunque non resta che pazientare e attendere maggiori direttive da Microsoft. Voi cosa ne dite, siete interessati? Credete che Stadia e il colosso di Mountain View abbiano trovato un degno rivale e debbano iniziare a preoccuparsi? Scatenatevi nei commenti più in basso!

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.