Montalbano su Rai1 con Un diario del ’43, l’addio a Pasquano nell’episodio del 6 aprile

Torna Montalbano su Rai1 con la replica dell'episodio Un diario del '43, in cui il cast e i personaggi omaggiano l'interprete del dottor Pasquano

Torna Montalbano su Rai1 con la replica dell’episodio Un diario del ’43, in onda stasera 6 aprile. Il commissario interpretato da Luca Zingaretti indaga su un omicidio accaduto settant’anni fa. La confessione è racchiusa in un vecchio diario in cui un ragazzo, che all’epoca aveva quindici anni, racconta il dettaglio di quanto accaduto. Carlo Colussi, questo il suo nome, intriso di ideologia fascista, confessa di aver compiuto un atto terribile all’indomani dell’8 settembre 1943.

Il Commissariato tenta di ricostruire la strana vicenda, mentre Salvo conosce un arzillo novantenne, John Zuck, che gli fa una strana richiesta: cancellare il suo nome finito erroneamente in una lapide di caduti in guerra. Attraverso la sua storia si apprende che l’uomo, nato a Vigata, fu fatto prigioniero dagli americani durante la Seconda Guerra Mondiale. Complice anche la morte di entrambi i genitori in un incidente stradale, il giovane decise di restare negli Stati Uniti e di ricostruirsi una vita nel nuovo mondo. Tornato a Vigata, John ha poi scoperto che il suo nome è stato inserito erroneamente sulla lapide dei caduti in guerra. La richiesta di Zuck è a dir poco particolare, ma Montalbano prende a cuore la sua curiosa vicenda e deciderà di dargli una mano. Le sorprese però non finiscono qui.

Il giorno dopo l’incontro con John, viene rinvenuto il corpo senza vita di un altro novantenne, Angelino Todaro, uno dei più ricchi imprenditori della città. Per la polizia si tratta sicuramente di omicidio. Durante la festa di San Calorio, Montalbano riuscirà a far luce sull’intera vicenda e capirà che le tre storie sono collegate fra loro, ma in modo del tutto inaspettato.

Durante le riprese, il cast e la troupe hanno detto addio a Marcello Perracchio, scomparso durante la lavorazione dell’episodio. Lo scorso anno, il regista Alberto Sironi ha voluto perciò modificare la sceneggiatura per adattarla alle circostanze. Realtà e finzione si mescolano in Un diario del ’43, in un commovente doppio addio sia all’attore Perracchio che al personaggio di Pasquano. Salvo Montalbano e i suoi fidati decidono di onorare il dottore, che si diceva malato da tempo, in un modo semplice, come piaceva a lui: mangiando un cannolo siciliano. Insieme ai personaggi, anche il pubblico ha così salutato un grande attore e un personaggio iconico, che facilmente si adirava con il Commissario perché era solito “rompere i cabbasisi”.

Una nuova edizione di Montalbano è stata confermata, ma la fiction Rai, campione di ascolti, potrebbe essere vicina alla conclusione. Luca Zingaretti ha affermato al riguardo: “Quest’anno abbiamo girato tre episodi, due andranno in onda e uno è per l’anno prossimo. Io voglio celebrarli con tanta gente davanti alla tv e poi decidere se è il caso di finirla qua o prendere il testimone e concludere in bellezza con l’ultimo romanzo, che è nella cassaforte di Sellerio. C’è un altro romanzo in uscita mentre noi giravamo. Bisogna capire se non ce la sentiamo più di andare avanti senza delle figure per noi fondamentali, oppure se vogliamo continuare. Io voglio elaborare il lutto”.

L’appuntamento con l’ultimo episodio di Montalbano su Rai1 è per stasera ore 21:25.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.