Il dolore di Francesco Renga per Brescia piegata dal Coronavirus: “Tragedia devastante”

Francesco Renga parla dell'emergenza Coronavirus che ha colpito Brescia

84
CONDIVISIONI

Il dolore di Francesco Renga per Brescia è raccontato in una delle ultime puntate de I Lunatici su Radio Rai. L’artista si è soffermato su quanto sta accadendo nella sua città d’origine, tra le più colpite dal Coronavirus, rivelando anche il pensiero dei suoi figli, Leonardo e Iolanda.

Le parole di Francesco Renga per Brescia

“È stata una tragedia di proporzioni veramente devastanti. Forse non si è capito qui tra Bergamo e Brescia abbiamo passato dei momenti terribili che sono stati compresi forse in maniera più precisa da tutto il Paese con le immagini delle salme portate via dall’esercito dall’ospedale. Nel bresciano e nel bergamasco ci sono dei posti dove una intera generazione non c’è più. I nonni non ci sono più”.

Una prima luce nella lotta al Coronavirus

Francesco Renga ha anche parlato della situazione degli ospedali, totalmente al collasso durante l’emergenza. La sanità lombarda è quella maggiormente colpita dall’epidemia, con il maggior numero di casi e decessi, registrati dall’inizio dell’epidemia.

“Fino a pochi giorni fa amici medici mi dicevano che nel pronto soccorso c’erano ancora centinaia di persone che aspettavano di fare il tampone mentre erano positivi al coronavirus. Ora mi sembra che la situazione sia migliorata. Ci sono quaranta, cinquanta persone nel pronto soccorso. Però è stata veramente dura”

L’epidemia vissuta dai figli Leonardo e Iolanda

In questo periodo di forte incertezza per il Paese, sono soprattutto i giovani a vivere in una situazione surreale e quelli che hanno maggiormente bisogno di supporto – e spiegazioni – per affrontare la pandemia. I figli di Francesco Renga, Iolanda e Leonardo, stanno vivendo il dramma della perdita di un’intera generazione di anziani.

“I nostri figli all’inizio l’hanno vissuta come noi, sembravano in un film. Ora sono sconvolti come noi. Io e Ambra siamo molto fortunati da questo punto di vista, nostra figlia Iolanda ha sempre avuto un grande impulso per il sociale. Sa che fa parte di una comunità, che è meglio se in quella comunità tutti stiano comunque bene. Quando tutto sarà finito, non dimentichiamoci dei veri angeli”.

I concerti di Francesco Renga in Europa sono annullati

Prima dell’emergenza Coronavirus, Francesco Renga aveva anche deciso di annullare i concerti in Europa, per motivi personali. La scelta di cancellare le date continentali aveva gettato nello sconforto i fan, che non avevano ricevuto spiegazioni dall’organizzazione in merito alle motivazioni che avevano spinto a una scelta così drastica. Sono arrivate poi le scuse dell’artista, quelle che in molti attendevano. L’annullamento della date dei concerti sembra ora un lontano ricordo, con l’Italia travolta dall’emergenza sanitaria per Coronavirus.

Per il momento, nono sono quindi previsti concerti di Francesco Renga, che si è fermato al lungo tour tenuto nel 2019 dopo la partecipazione al Festival di Sanremo, nel quale ha gareggiato con il brano Aspetto Che Torni.

Francesco Renga in diretta sui social con i fan

L’artista bresciano è tra i più attivi sui social, da settimane vicino ai suoi fan con l’aperitivo con gli occhiali delle 18,30 che tiene a giorni alterni sui suoi canali social ufficiali. Francesco Renga ha fatto anche un appello per una raccolta fondi a favore dell’AIL.

“L’emergenza Coronavirus sta mettendo in ginocchio ospedali e reparti in tutta Italia e a pagare il prezzo più alto potrebbero essere le persone più fragili: i pazienti che lottano contro una leucemia, un linfoma, un mieloma. Per questo AIL è in prima linea per garantire cure, assistenza, posti letto e personale specializzato a chi è a rischio due volte: per il Covid-19 e per un tumore”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.