Cast e personaggi de La Casa di Carta 4: due new entry decisive, Gandía e Manila, nei nuovi episodi

Tra i personaggi de La Casa di Carta 4 spuntano due new entry destinate a fare rumore, Gandía e Manila

54
CONDIVISIONI

Dal 3 aprile è disponibile su Netflix La Casa di Carta 4, con 8 nuovi episodi che concludono il racconto del secondo colpo della banda di rapinatori spagnola in tuta rossa e maschera di Dalì.

La serie creata da Alex Pina con la sua Vancouver Media, diventata un fenomeno mondiale negli ultimi due anni, è approdata su Netflix con la quarta stagione insieme ad un documentario che ne racconta curiosità e segreti.

Ne La Casa di Carta 4 (qui la nostra recensione in anteprima) tornano cast e personaggi che hanno fatto il successo della serie finora, con due new entry già viste nella terza stagione e ora decisive per l’epilogo del colpo, ovvero il capo della sicurezza della Banca Gandia e la misteriosa donna inquadrata più volte tra gli ostaggi.

Ecco i titoli degli 8 episodi de La Casa di Carta 4, insieme a cast e personaggi della nuova stagione.

Il Professore (Álvaro Morte)

Un nerd intelligente, timido e con problemi relazionali, continua a guidare i suoi nella rapina alla Banca di Spagna ma senza la lucidità di un tempo: l’amore con Raquel lo ha cambiato e la sofferenza per la sua presunta morte lo manda nel caos. Proverà a salvare i suoi tornando a Madrid e con un alleato all’interno della polizia. A guidare le sue azioni non solo una voglia di rivalsa nei confronti del sistema, ma anche il ricordo di suo padre, morto nel tentativo di rapinare quella stessa Banca, e di suo fratello Andres (Berlino), morto nell’assalto alla Zecca Reale di Spagna.

Tokyo (Úrsula Corberò)

La voce narrante della serie, sempre imprevedibile e passionale, è l’alleata più fedele del Professore nonché la più coinvolta in questo colpo, che ha voluto fortemente realizzare per liberare Rio detenuto dalla polizia. I suoi colpi di testa sono all’ordine del giorno ma è anche un’amica sincera, ad esempio per Nairobi, con cui condivide rivendicazioni femministe in una banda perlopiù al maschile.

Nairobi (Alba Flores)

Allegra e pragmatica, Nairobi è l’anima laboriosa della banda, colei che nella Zecca faceva stampare i soldi e nel nuovo colpo fa fondere l’oro della riserva nazionale. Si è innamorata di Helsinki, che però è omosessuale, ma troverà in un altro compagno della banda una persona capace di amarla. Colpita nel suo lato materno, è stata abbattuta da un cecchino dopo aver visto suo figlio dalla finestra della Banca: ora lotta tra la vita e la morte.

Berlino

Morto nell’epilogo del colpo alla Zecca, appare nei flashback di cinque anni prima rispetto alla rapina alla Banca: il progetto – inizialmente ostacolato dal Professore e archiviato in favore di quello della Zecca – era un’idea sua e dell’amico Palermo, messa a punto segretamente in un monastero alle porte di Firenze, dove peraltro Berlino ha sposato la sua compagna Tatiana. Il secondo episodio della quarta stagione mostra proprio il matrimonio dei due.

Palermo (Rodrigo De La Serna)

Ingegnere Argentino, amico storico di Berlino del quale è sempre stato innamorato pur non confessando mai i suoi sentimenti, è un misogino, cinico, spietato criminale assetato di potere ed accecato dal suo ego. Sarà lui a decretare la prima grande frattura all’interno della banda in questa quarta stagione.

Denver (Jaime Lorente)

Dopo aver perso il padre Mosca nella precedente rapina, si è innamorato di Monica Gaztambide (Stoccolma) e cresce il figlio di Arturo come fosse suo. Ha un forte senso del dovere ed è fedele al progetto della rapina, ma è anche istintivo e ha problemi di gestione della rabbia, oltre che della gelosia.

Stoccolma (Esther Acebo)

Il suo nome di battaglia deriva dall’omonima sindrome, visto che si è innamorata di Denver mentre lui la teneva prigioniera nella Zecca: Monica Gaztambide è passata dall’essere segretaria del direttore della Zecca Reale di Spagna a membro della banda. Ha un figlio nato dalla relazione con Arturo e cresciuto insieme a Denver, il piccolo Cincinnati, ma non rinuncia alla rapina per dimostrare a se stessa e agli altri ciò di cui è capace: il rapporto con Denver viene messo a dura prova durante l’attacco.

Raquel Murillo / Lisbona (Itziar Ituno)

Ex poliziotta che si è unita alla banda per amore del Professore, è tenace e astuta ma anche emotiva: il rapporto con Sergio a tratti sembra ostacolare la rapina, ma il loro legame si rivelerà fondamentale per le sorti del colpo quando Raquel viene arrestata dalla polizia che ha finto la sua morte.

Rio (Miguel Herran)

Giovane hacker dal sorriso disarmante, soffre di stess post-traumatico dopo la detenzione e le torture subite quando è stato catturato sull’isola caraibica in cui si era rifugiato con Tokyo. Diventa l’elemento più fragile della banda e trova appoggio in Monica, anche a causa dei sentimenti contrastanti che priva per la sua ex dopo aver deciso di lasciarla.

Helsinki (Darko Peric)

L’orso buono della banda, ex militare dei Balcani, affettuoso e protettivo soprattutto con Nairobi con cui ha condiviso la latitanza, è un fedele soldato che fa di tutto per proteggere la banda e portare a termine il colpo.

Bogotà (Hovik Keuchkerian)

L’esperto saldatore chiamato ad espugnare la camera corazzata e fondere l’oro della riserva nazionale si rivela un uomo sentimentale e romantico. Ha sette figli nati dalle relazioni con diverse donne in tutto il mondo e fa da padre a tutti, senza rinunciare però alla sua vocazione criminale.

Arturo (Enrique Arce)

Ex direttore della Zecca Reale di Spagna, si è reinventato guru motivazionale e scrittore di libri sfruttando l’esperienza di ostaggio della banda. Letteralmente tuffatosi dentro la Banca di Spagna per ritrovare Monica e sfruttare a suo vantaggio anche il nuovo colpo della banda, darebbe qualsiasi cosa per essere al centro dell’attenzione.

Marsiglia (Luka Peros)

Soldato delle guerre balcaniche, silenzioso e austero, ma anche sensibile amante degli animali, è passato quasi inosservato nella terza stagione, facendo solo da intermediario nel mettere in comunicazione il Professore e la polizia. Ora però diventa una fidata spalla per il capo della banda, aiutandolo a rientrare a Madrid.

Alicia Sierra (Najwa Nimri)

Negoziatrice che ama giocare sporco, l’ispettrice chiamata a gestire i rapporti con la banda è incinta di otto mesi. Scaltra e senza scrupoli, ha dato l’ordine di sparare a Nairobi, ha finto l’esecuzione di Lisbona e proverà a mettere il Professore all’angolo puntando sul suo crollo psicologico. Ma nasconde anche un segreto che la rende più “umana”.

Tamayo (Fernando Cayo)

Colonnello del CNI (Servizi Segreti Spagnoli), è un uomo tutto d’un pezzo che farebbe di tutto per proteggere le alte autorità dello Stato e il sistema istituzionale, anche a costo di prendere decisioni che vanno oltre la legge.

Gandìa (José Manuel Poga)

Capo delle guardie del corpo del direttore della Banca, ex berretto verde e criminale di guerra, è spietato, violento e deciso a mettere sotto scacco la banda dall’interno. I suoi nervi d’acciaio lo rendono l’uomo perfetto su cui la polizia può contare come alleato per indebolire i rapinatori, anche uccidendoli uno ad uno. Un intollerante reazionario che avrà un ruolo decisivo nella quarta stagione.

Julia/Manila (Belén Cuesta)

Giovane donna transessuale, ha conosciuto la banda ai tempi della preparazione del colpo alla Zecca, tramite Mosca e Denver. Arruolata per essere un’infiltrata tra gli ostaggi e tenerli d’occhio, nel corso della quarta stagione prende il nome di Manila e si offre di dare un contributo più attivo alla banda in un momento di estrema difficoltà, quando tutti sono nel mirino di Gandìa.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.