Il cinema dopo il Coronavirus rinascerà grazie ai drive-in?

In Texas, un circuito cinematografico ha aperto un drive-in durante l'emergenza Covid-19: potrebbe trattarsi di una futura soluzione per risollevare questa industria?

134893
CONDIVISIONI

Quando l’emergenza Covid-19 sarà terminata, in tutto il mondo si dovrà cercare di tornare alla normalità. Una tra le principali attività che mancano alle persone è recarsi presso la propria sala cinematografica di fiducia per gustarsi un film. Questa sana abitudine potrebbe però non essere disponibile ancora per un po’. Alcuni stanno però pensando a una possibile soluzione che conquisterà certamente molti appassionati di cinema.

Drive-in in America: un segnale di ripresa per il cinema

A Schertz, una cittadina del Texas (USA), uno dei circuiti cinematografici più importanti del paese, ovvero EVO Entertainment, ha deciso, durante gli scorsi giorni, di organizzare un drive-in improvvisato. Una parete in un parcheggio di un cinema è stata dipinta con vernice bianca. Gli spettatori possono quindi guardare il film restando dentro alle proprie autovetture.

Sarà possibile andare da soli o insieme a una seconda persona, a patto di stare a debita distanza (almeno un metro). La sala interna è chiusa, dati i recenti provvedimenti utili per contenere la diffusione del virus, ma i servizi igienici sono accessibili. All’interno di questo drive-in è possibile acquistare anche del cibo: i dipendenti, muniti di guanti e mascherine, portano l’ordinazione agli spettatori e la lasciano fuori dalla macchina. Il pagamento avviene con carta di credito tramite un’applicazione appositamente sviluppata.

Cinema e drive-in

La prima pellicola proiettata è stata Spider-Man: Homecoming. I prossimi film saranno Top Gun e Grease. Per il momento, non sono previsti film appena usciti (anche perché ci sono stati diversi rinvii), ma il pubblico ha accolto benissimo l’iniziativa. Tutti gli spettacoli hanno registrato il sold-out.

I drive-in erano molto comuni durante lo scorso secolo. Il primo nacque nel 1921 a Dallas e questo locale pubblico divenne ben presto un simbolo degli Stati Uniti d’America. Questo tipico luogo è apparso anche in diversi progetti, come Grease e American Graffiti.

I drive-in in Italia

Dopo l’emergenza Coronavirus, ci troveremo in un periodo di transizione, in cui bisognerà iniziare a ristabilire una situazione di normalità. Le sale cinematografiche potrebbero restare chiuse ancora per un po’.

Il Metro Drive di Roma

Molti pensano che anche qui in Italia potrebbe essere il momento giusto per far diffondere ulteriormente i drive-in, dato che gli spazi adatti non mancano. Almeno durante una prima fase, non sarebbe quindi strano trovarsi con una sempre maggior diffusione di drive-in anche sul suolo italiano. Il cinema potrebbe tornare proprio sotto questa forma, tenendo presente che diverse sale all’aperto sono già presenti in Italia (a Pisa, Pozzuoli, Roma e in altre località). Vi piacerebbe poter vivere questa nuova esperienza?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.