Rilevanti novità per spesa online Conad con consegna a domicilio: copertura e pagamenti

Individuiamo i metodi pagamenti e le province attualmente coperte da questo popolare marchio in Italia

15
CONDIVISIONI
Spesa online Conad

Arrivano in queste ore ulteriori novità per la spesa online Conad che ho avuto modo di reperire in prima persona, grazie all’esperienza diretta che ho avuto modo di vivere sulla piattaforma in questione. Dopo le informazioni preliminari che ho condiviso con voi la scorsa settimana, oggi 30 marzo, ho reperito un paio di dettagli rilevanti che potrebbero fare la differenza per chi è interessato alla consegna a domicilio tramite questo marchio. Proviamo dunque a fare il punto della situazione.

Come funziona la spesa online Conad a fine marzo

Analizzando questioni pratiche riguardanti il vero e proprio ordine, bisogna partire dal presupposto che ora risulti disponibili una sezione apposita, chiamata “Al tuo servizio“, tramite la quale procedere per effettuare la spesa online Conad. Quando entrerete, potrete visualizzare in prima istanza le province che attualmente risultano coperte dal servizio. Diverse realtà menzionate, ma è chiaro che per ogni provincia sarà importante valutare caso per caso la distanza con il punto vendita.

Si parla ad esempio di Caserta, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Palermo, Parma, Perugia, Pisa, Rieti, Roma, Salerno e Sassari. Qualora il vostro domicilio dovesse distare diversi chilometri dal punto di vendita, il suggerimento è di contattare il servizio clienti, per valutare l’effettiva possibilità di sfruttare la spesa online Conad. Allo stesso tempo, potreste ricevere qualche informazione extra anche sui tempi di consegna a seconda della domanda che lo store riscontra in quel momento.

Il pagamento con la spesa online Conad e la consegna a domicilio

Per quanto riguarda il pagamento della spesa online Conad, in seguito ad un ordine effettuato posso confermarvi che per ottenere la consegna a domicilio dovrete per forza procedere con carta di credito. Accettato il circuito VISA, includendo pertanto nel discorso anche le PostePay. Al contempo, non potrete chiudere l’ordine con il vostro bancomat e, soprattutto, con Paypal, tipologia di conto tra le più utilizzate in questi anni in Italia.

L’intento da parte di Conad appare chiaro ed è anche comprensibile. Esattamente come avvenuto con Esselunga nel corso degli ultimi dieci giorni, infatti, l’idea è quella di limitare al massimo i contatti tra gli addetti alle consegne e i clienti finali. Una forma di tutela per elevare gli standard di sicurezza, soprattutto considerando l’enorme facilità con cui si può trasmettere il Coronavirus. Il tutto, nella speranza che la situazione possa migliorare a stretto giro sia dal punto di vista sanitario, sia per quanto concerne la gestione degli ordini effettuati online dagli utenti interessati al servizio. La situazione è pertanto in continuo divenire, con eventuali informazioni extra che vi forniremo a breve termine.

Insomma, valutate anche aspetti di questo tipo prima di ricorrere alla spesa online Conad, tenendo presente che il sito riportato ad inizio articolo potrebbe far riscontrare pesanti rallentamenti, come è stato confermato anche dallo staff con una nota messa in evidenza al momento dell’accesso. A questo, poi, aggiungo che dopo aver terminato l’ordine ho riscontrato un messaggio di errore. Al secondo tentativo, però, ce l’ho fatta a concluderlo e ad effettuare il pagamento. Per questo motivo, invito tutti i nostri lettori ad armarsi di tanta pazienza prima di concludere il tutto.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Commenti (2):
ste

idem….é da 1 mese che provo e non sono neanche riuscita a scoprire se l’unico Conad di zona che effettua questo servizio copre la mia zona…allucinante é dir poco.
ho inviato mail per chiedere info ormai da 20 giorni ma nessuna risposta

carlobaldi

Il servizio di spesa online della Conad non funziona da diversi giorni.Il sito comunica dalle 9 alle 16 che è stato raggiunto il massimo numero di clienti ed invita a riprovare dopo pochi minuti.Dopo le 16 circa compare una comunicazione che il servizio è sospeso.Dopo le 20 il sito riprende a funzionare si può preparare la lista che si può inviare l’indomani alle 9 quando il sito comunica la temporanea sospensione per eccesso di clienti.
L’Assistenza Clienti on line non risponde al telefono e chiede di lasciare il numero di telefono per richiamare ma non richiama.
Tentare di fare un ordine online è stressante e si possono fare tanti tentativi nello stesso giorno senza avere la possibilità di accedere al sito.
Fare una programmazione temporale delle richieste potrebbe essere la soluzione più semplice per non stressare la gente e per fornire effettivamente un servizio alla persone che lo richiedono.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.