Finale di Narcos: Messico su Rai4 il 28 marzo, una spettacolare resa dei conti per Gallardo apre alla seconda stagione

Con il finale di Narcos: Messico su Rai4 il 28 marzo si conclude la messa in onda in chiaro della saga dei narcotrafficanti di Netflix

5
CONDIVISIONI

Sabato 28 marzo va in onda il finale di Narcos: Messico su Rai4, con gli ultimi due episodi della prima stagione trasmessi in prima serata.

Il canale 21 del digitale terrestre ha trasmesso l’intera saga Netflix creata da Carlo Bernard e Doug Miro, dalla prima alla quarta stagione, o meglio, dalla serie madre al suo spin-off: dopo i primi tre capitoli di Narcos, infatti, Narcos: Messico ha fatto un salto indietro nel tempo per raccontare la nascita del celebre cartello messicano di Guadalajara creato da Miguel Angel Félix Gallardo (interpretato da Diego Luna).

Da ex poliziotto corrotto ad assemblatore del più grande clan messicano operativo nella coltivazione e nella vendita di marijuana, a metà anni ’80 Gallardo non si accontenta di unire le varie piazze di spaccio sotto un unico cartello, ma finisce per incrociare gli affari dei colombiani di Medellin e Cali, agendo da tramite tra i produttori di cocaina e il mercato statunitense, a cui il Messico rappresenta la più vicina porta d’accesso. Un impero criminale costruito non senza il benestare delle alte sfere istituzionali, col governo partecipe della spartizione delle “quote” territoriali dei vari appartenenti all’organizzazione e una spasmodica corruzione delle forze dell’ordine e dell’esercito a garanzia di protezione e immunità. Con il cugino Rafael Caro Quintero ed Ernesto Fonseca Carrillo, Gallardo costruisce un cartello capace di controllare in pochi anni tutte le attività illecite legate agli stupefacenti nel Centro America. Ma l’errore di aver rapito e torturato a morte con la complicità della CIA l’agente della DEA Enrique “Kiki” Camarena si rivela l’inizio della fine per il visionario boss.

Gli ultimi due episodi, il nono e il decimo, raccontano quella che sembra la resa dei conti definitiva tra “lo smilzo” e la DEA che gli sta alle calcagna, oltre che un regolamento di conti interno alla stessa organizzazione, pervasa da personalismi e rivalità. Gallardo sembra finalmente essere vulnerabile e raggiungibile oltre quella cortina di forze dell’ordine corrotte da cui è protetto, ma il finale all’insegna dell’azione e dei colpi di scena è una partita a scacchi tra buoni e cattivi in cui lo scacco matto non arriva prima della metà dell’episodio finale di Narcos: Messico.

La conclusione di Narcos: Messico, che svela anche l’identità della misteriosa voce fuori campo che fa da narratore esterno a questa stagione, è un ponte perfetto verso la seconda, che ha debuttato lo scorso febbraio su Netflix (qui la nostra recensione). Rai4 conclude però la programmazione dedicata alla serie con questa prima stagione dello spin-off: sabato 4 aprile non andrà in onda la seconda stagione di Narcos: Messico, che presumibilmente non arriverà in chiaro prima del 2021.

Attualmente la sola prima stagione di Narcos: Messico è disponibile in streaming su Raiplay, la piattaforma della Rai ad accesso gratuito (ora anche senza registrazione). L’intera saga è nel catalogo di Netflix.

Il dado è tratto. Stasera dalle 21:20 gran finale di "Narcos: Mexico" con gli ultimi due episodi della prima stagione in prima visione. #IoRestoACasa con #Rai4

Pubblicato da Rai4 su Sabato 28 marzo 2020
Offerta
Narcos: Messico St.1 (Spec.Ed.) (Box 4 Dv)
  • Diego Luna, Scoot McNairy, Michael Peña (Actor)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.