Ora sono ufficiali Huawei P40 e P40 Pro: schede tecniche, prezzo e uscita in Italia

Proviamo ad analizzare più da vicino il comparto hardware di due smartphone destinati a fare la differenza

93
CONDIVISIONI
Huawei P40

Tutto il mondo è probabilmente concentrato su altro in questo particolarissimo momento storico, ma è altrettanto giusto parlare di due smartphone appena presentati, come nel caso di Huawei P40, P40 Pro e P40 Pro Plus. Anche qui in Italia, infatti, i device in questione erano molto attesi. Sebbene nei giorni scorsi fossero emerse così tante indiscrezioni da rendere per certi aspetti scontato l’elenco delle loro specifiche tecniche, proviamo a capire più da vicino quali siano i loro punti di forza.

La scheda tecnica dei nuovi Huawei P40 e P40 Pro

Uno dei plus assicurati da Huawei P40 e P40 Pro si concentra per forza di cose sul processore Kirin 990 5G octa core. In attesa dei primi test sul campo, il vero valore aggiunto consiste nel fatto che sia incluso il modem in grado di supportare a sua volta le reti di ultimissima generazione. La principale differenza, a mio modo di vedere, riguarda il display. Chi punterà su Huawei P40, infatti, si ritroverà con un dispositivo con schermo da 6,1 pollici, ma soprattutto con risoluzione 2340×1080. Al contrario, con Huawei P40 Pro arriveremo a 6,5 pollici e 2640×1200, con cornici ancora più sottili in grado di regalare un’esperienza visiva differente.

Un capitolo a parte per quanto concerne la fotocamera. Ad esempio, con Huawei P40 Pro avremo quella anteriore ospitata in un foro a forma di pillola, con una lente da 32 megapixel ed un’apertura focale F/2,2. Con il topo di gamma avremo anche un sensore ad infrarossi che dovrebbe rendere più preciso il riconoscimento facciale, evitando in questo modo che il software riconosca in modo errato anche il volto di altri soggetti.

Come sempre, però, le considerazioni più interessanti a proposito della fotocamera emergono con la scocca esterna. Proprio qui, infatti, con Huawei P40 Pro abbiamo un sensore principale da ben 50 megapixel. In questo caso, avremo a disposizione una fotocamera UltraVision, che a sua volta potrà contare su un’apertura focale f/1,9. Quello grandangolare si arresta a 40 megapixel, con il pieno supporto della tecnologia “Octa Phase Detection”, con cui dovremmo risolvere anche a lungo termine i problemi di messa a fuoco. Mentre coi video potremo registrare in 4K, l’ISO a 51200 dovrebbe garantire il massimo della resa anche in condizioni di scarsa luminosità.

A chiudere il discorso relativo al comparto hardware, abbiamo un taglio di memoria con 8 GB di RAM e 128 GB per quella interna (nel caso di Huawei P40 Pro, potremmo arrivare anche a 256 GB). Nonostante un processore che dovrebbe assicurare prestazioni tutto sommato simili ai due modelli, nel caso di Huawei P40 arriveremo a 3800 mAh a proposito della batteria, mentre con Huawei P40 Pro si salirà fino a 4200 mAh. Probabile che una decisione strategica di questo tipo sia figlia della resa differente dei due display. Infine, sul fronte software, avremo a disposizione Android 10 di default, ma come tutti sanno non potremo contare sui servizi Google.

Un capitolo a parte per Huawei P40 Pro Plus

Una menzione a parte va dedicata a coloro che potrebbero virare sul top di gamma di questa famiglia. Huawei P40 Pro Plus, infatti, può contare su un display da 6,7 pollici, con risoluzione da 1440 x 3160 pixel. Come il P40 Pro, avrà un bordo laterale pari ad appena 1,7 millimetri e batteria da 4.200 mAh. Riconoscimento delle impronte più veloce del 30% rispetto ai predecessori e colorazione Ice White menzionata più volte durante l’evento. Processore Kirin 990 5G, mentre a fare la differenza troviamo la memoria: 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna.

Prezzi e uscita dei nuovi Huawei P40

In chiusura, il prezzo di listino per Huawei P40 dovrebbe essere pari a 799 euro. Chi punta su Huawei P40 Pro, invece, dovrà sborsare 1049,90 euro. Uscita in Italia ad aprile, ma attendiamo informazioni certe in merito, così come su eventuali promozioni ufficiali.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.