Messiah 2 non ci sarà, Netflix cancella la serie che resta con un finale aperto e il dubbio sul presunto Messia

Netflix non rinnova Messiah 2: la contestata serie sul presunto profeta di Dio è stata cancellata dopo una sola stagione dal finale aperto

13
CONDIVISIONI

Messiah 2 non vedrà la luce su Netflix: la serie è stata cancellata dopo una prima, contestata stagione, che non aveva convinto i più ma lasciava intravedere l’iniziale intenzione di proseguire con un secondo capitolo.

Messiah è la storia di Al-Masih (che in arabo sta per Messia), un presunto profeta autoproclamatosi figlio di Dio, una sorta di reincarnazione di Gesù apparsa sulla Terra per professare la parola del Signore: un miracolo o una grande truffa ordita dal terrorismo islamico per smantellare l’ordine geopolitico mondiale? Ad indagare sulla misteriosa figura sono la CIA e il Mossad, che temono possa trattarsi di un pericoloso terrorista internazionale espressione di una cellula integralista con un piano ben preciso per attaccare l’Occidente. Nel corso della prima stagione si avanzano più ipotesi riguardo la natura del protagonista, dalla grande macchinazione terroristica ai problemi di salute mentale del presunto profeta.

La serie era rilasciata il 1 ° gennaio 2020, dividendo il pubblico e attirandosi da subito l’etichetta di contenuto “trash”. Già prima della sua uscita su Netflix la serie era stata oggetto di una petizione su Change.org che la accusava islamofobia e “propaganda malefica e anti islamica“. Eppure da chi l’aveva seguita, Messiah 2 era attesa, non fosse altro per quel finale di stagione aperto che non ha dato risposta alla domanda alla base della trama.

L’ultimo episodio di Messiah aveva lasciato porte aperte per una seconda stagione, capovolgendo la tesi della truffa che fino a quel momento era parsa la più attendibile. Se invece Al-Masih fosse davvero il figlio di Dio? A lasciare il pubblico col dubbio è l’ultima scena in cui il protagonista, che era a bordo di un aereo diretto ad Israele dove sarebbe stato arrestato, esce perfettamente illeso dopo che il velivolo è precipitato nel deserto e addirittura resuscita due persone. Un miracolo che lascia il pubblico nel dubbio, costringendo a rimettere in discussione quanto visto fino ad allora.

Netflix ha deciso però di cancellarla: Messiah 2 non ci sarà e la storia resterà incompiuta. L’attore Wil Traval, che interpreta Will Mathers nella serie, ha condiviso la notizia della cancellazione tramite Instagram, parlando di “un giorno molto triste” per la decisione di Netflix di non produrre Messiah 2. L’attore ha ringraziato il pubblico per l’affetto e il supporto e non ha nascosto la sua amarezza per il mancato rinnovo della serie: “Mi auguravo che andasse diversamente“.

Come spesso accade in questi casi, nonostante la scarsissima se non inesistente probabilità di incidere sulle scelte di Netflix, i seguaci della serie hanno lanciato una petizione online su Change.org per chiederne il rinnovo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.