A #iorestoacasa Monina l’appello di Gigi D’Alessio: “Invece di stare a giudicare e a rompere i cogli*ni, facciamo qualcosa”

A #iorestoacasa Monina arrivano Gigi D'Alessio e Cranìa per alcune riflessioni sul Coronavirus

Nel nuovo appuntamento di #iorestoacasa Monina di giovedì 26 marzo intervengono Gigi D’Alessio e Cranìa per raccontare il loro isolamento da Coronavirus.

Il nuovo format #iorestoacasa Monina è condotto da Michele Monina con il supporto del suo collaboratore, Mattia Toccacelli; è prodotto da Optima e OM- OptiMagazine.

Cranìa a #iorestoacasa Monina:

Il primo dei due ospiti ad intervenire è Cranìa, del team Mirò. Monina racconta di aver conosciuto i ragazzi del team Mirò quando si è recato nella scuola Mirò, ha quindi deciso di coinvolgere il gruppo di artisti nel suo nuovo progetto.

Cranìa racconta la sua quarantena in casa, da 18 giorni chiusa tra le mura domestiche “tra alti e bassi, un po’ come tutti”, dovuti alla condizione innaturale di trascorrere 24 ore su 24 in casa.

Cranìa sta lavorando a nuovi progetti musicali anche in tra le mura domestiche. Ogni giorno si collega con i ragazzi del team Mirò: si condividono idee ed emozioni per produrre nuovi brani insieme. Cranìa si esibisce in diretta nella quarta puntata di #iorestoacasa Monina. Suona e canta Gelato Al Limone, che aveva già presentato ad Attico Monina a Sanremo. Oggi la canta in chiave acustica: sarà questo il primo brano ad essere rilasciato dopo la quarantena da Coronavirus.

Gigi D’Alessio a #iorestoacasa Monina:

Gigi D’Alessio è a casa, come tutti. Si prepara a festeggiare il compleanno del figlio Luca (domani). Tra cibo e musica, la quarantena di Gigi D’Alessio procede anche con qualche distrazione. Gigi D’Alessio cucina “abbastanza bene” e già programma la pasta al forno di domenica prossima.

In questo momento a casa sono in 6, un bel gruppetto per farsi compagnia a vicenda tra televisione e partite a carte. Lo batte Michele Monina: in casa sua sono ben 7!

Il pensiero costante di Gigi D’Alessio si rivolge alle persone sole, che vivono la quarantena in solitudine assoluta. Ma Gigi pensa anche a chi combatte l’emergenza in prima linea e agli amici del nord Italia, torturato dal Coronavirus. “Lo Stato deve intervenire concretamente”, dice Gigi D’Alessio che invita a semplificare la burocrazia nelle più semplici azioni quotidiane, come fare la spesa.

“Lo Stato deve essere più veloce del virus”, conclude. L’INPS intanto la prossima settimana renderà disponibili i moduli da scaricare per ottenere il bonus di 600 euro. E tutti coloro che non hanno lavoro? Al momento non sono contemplati. Solleva il problema Gigi D’Alessio che, costantemente, riceve messaggi da coloro che vivono come insostenibile anche la spesa quotidiana.

D’Alessio spiega poi di aver annullato 30 date del tour e di essere preoccupato per il mercato musicale e per tutti coloro che ci lavorano. La crisi tocca non solo gli artisti ma anche il loro staff, professionisti responsabili di intere famiglie che in questo momento non lavorano.

“Mi sento un privilegiato ma soffro dentro, mi sento quasi in colpa di avere la casa col giardino”, continua, nel riflettere su chi si trova a vivere in 50 mq con tutta la famiglia. “Invece di stare a giudicare e rompere i cogli*ni agiamo, facciamo qualcosa”, invita ad aiutarsi, anche comprando un solo pacco di pasta ad un vicino meno abbiente.

Gigi D’Alessio rivolge un appello a chi ha possibilità di aiutare gli altri, “che in questo momento ha il dovere di farlo”. “Bisogna stare uniti in questo momento, non a chiacchiere però; a fatti”, ribadisce nello spiegare l’importanza del sostegno reciproco nelle piccole azioni quotidiane.

Dove seguire #iorestoacasa Monina:

#iorestoacasa Monina va in onda tutti i giorni, dalle 16 alle 17, sulla Home Page di OM – Optimagazine, sulla pagina Facebook di OM, sul canale YouTube di OM e su OMTV.it.

Di seguito il video di #iorestoacasa Monina del 26 marzo con Gigi D’Alessio e Cranìa:

Per conoscere tutti gli artisti di #iorestoacasa Monina e vedere tutte le puntate clicca qui.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.