I 5 migliori teen drama del momento, da Sex Education a Skam Italia

Cosa guardare tra i 5 migliori teen drama del momento, tra commedie e serie drammatiche

25
CONDIVISIONI

Ci sono teen drama che potrebbero attirare solo un pubblico di adolescenti ed altri capaci di trattenere anche i giovani adulti. Sicuramente esempi di quest’ultimo tipo non mancano, soprattutto nel periodo recente: tra i migliori teen drama del momento ci sono molti titoli che sapranno far ridere, riflettere, commuovere anche persone che non sono certo teenager e perfino chi detesta il genere.

Ce ne sono per tutti i gusti, dalla commedia inglese dall’umorismo tagliente alle serie dall’atmosfera dark tratte da graphic novel, fino ai più classici esempi del genere teen declinati in modo più contemporaneo per linguaggio e temi trattati.

Ecco alcuni tra i migliori teen drama che negli ultimi anni hanno conquistato un seguito ampio e meritato ottime recensioni per la loro qualità, freschezza o quantomeno audacia.

Sex Education

Decisamente il miglior esempio di teen drama dell’ultimo anno e forse dell’ultima decade (qui la nostra recensione): la serie inglese che con un registro brillante da commedia, senza rinunciare a qualche punta drammatica, racconta la scoperta, le problematiche e le implicazioni della sessualità con gli occhi degli adolescenti è una vera delizia per originalità della scrittura e inclusività della rappresentazione dei suoi personaggi. Comica ma anche capace di affrontare temi delicati come la violenza di genere, è davvero difficile trovarle dei difetti. Le sue due stagioni sono disponibili su Netflix.

The End of The F***ing World

Molta atmosfera e poca trama, ma The End of The F***ing World è un piccolo film a puntate che sembra sbucare fuori direttamente dal fumetto omonimo di Charles Forsman da cui è tratta, prendendo vita sullo schermo in un universo misterioso e ipnotizzante. La storia di due adolescenti in fuga da famiglie disfunzionali e dai loro stessi demoni interiori diventa un percorso di crescita a metà tra road movie e dramma adolescenziale, con una colonna sonora stilosissima ad accompagnare le disavventure pericolose dei due protagonisti. Le uniche due stagioni sono su Netflix.

I’m Not Ok With This

Sullo stile della precedente, I’m Not Ok With This è un teen drama a tinte fosche, che in più incrocia il tema soprannaturale visto che racconta l’adolescenza di una diciassettenne schiva, dal difficile rapporto con la madre e orfana di padre. Un’esistenza sconvolta dalla scoperta di avere dei superpoteri che si manifestano in situazioni di rabbia o paura e dalla difficoltà di gestirli mentre affronta i problemi tipici dei liceali. Creata dal regista di TEOTFW, Jonathan Entwistle, e dai produttori di Stranger Things, anch’essa è tratta dal romanzo grafico di Charles Forsman. La prima stagione è disponibile su Netflix.

Skam Italia

A partire dalla webserie originale norvegese, in pochi anni Skam è diventata un fenomeno internazionale e un vero e proprio franchise con remake in diversi Paesi tra cui Spagna, Francia, Usa, Brasile, Olanda, Germania, Belgio. La sua versione italiana creata da Ludovico Bessegato per TIMVision (ma ora disponibile anche su Netflix) racconta con naturalezza le vicende dei millennial alle prese con i conflitti familiari, la sessualità, il disagio psicologico, le insicurezze tipiche dell’adolescenza tra i corridoi del Liceo J.F. Kennedy di Roma, in un microcosmo che vede grandi assenti le figure genitoriali.

Euphoria

Su NowTv è disponibile la serie di HBO con protagonista lex star Disney Zendaya, che racconta l’adolescenza in una sorta di romanzo decadente tra sesso, droga, angoscia esistenziale e un grande senso di solitudine. Il tutto in un immaginario borghese di periferia, in cui le esistenze di adolescenti senza bussola finiscono sulla via dell’autodistruzione, un masochismo che è l’unico modo per sentirsi vivi. Una serie sfacciata che fa del rincorrersi di immagini audaci e perfino disturbanti il suo tratto visivo caratteristico.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.