Pagamento pensioni anticipato ad aprile: calendario ritiro per cognome

Presso gli uffici fisici e gli sportelli si otterrà la pensione prima del tempo ma seguendo regole rigide

18
CONDIVISIONI

Il pagamento pensioni sarà anticipato per i corrispettivi di aprile: è quanto ha dichiarato Poste Italiane in queste ore con una specifica campagna volta a chiarire le modalità di accredito e pure le nuove regole per il ritiro di quanto spetta a tanti italiani presso gli uffici fisici del territorio nazionale. Procediamo con ordine, per chiarire tutte le ultime disposizioni.

Già a partire dal prossimo 26 marzo sarà disponibile il pagamento pensioni per tutti i titolari di un libretto di Risparmio, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. Chi possiede una carta Postamat, Carta Libretto o anche una Postepay Evolution potranno prelevare i contanti desiderati presso gli sportelli ATM: ce ne sono 7000, da nord a sud.

Chi ancora preferisce il pagamento pensioni alla vecchia maniera, dunque recandosi presso gli uffici postali, dovrà seguire (ora più che mai) delle regole molto ferree, rispettando una specifica turnazione alfabetica per cognome del ricevente così organizzata:

  • i cognomi dalla A alla B otterranno la pensione giovedì 26 marzo;
  • i cognomi dalla C alla D il giorno 27 marzo;
  • i cognomi dalla E alla K il giorno 28 marzo;
  • i cognomi dalla L alla O il giorno 30 marzo;
  • i cognomi dalla P alla R il giorno 31 marzo;
  • i cognomi dalla S alla Z il giorno 1 aprile.

L’anticipo del pagamento pensioni nn riguarderà solo la mensilità di aprile ma pure quella dei due mesi successivi, ossia maggio e giugno. Già è stato annunciato che per i corrispettivi mesi, si potrà ritirare il proprio compenso dal 27 al 30 aprile e dal 26 al 30 maggio. Sicuramente anche in questi ultimi due casi saranno previsti dei calendari di ritiro organizzati in ordine alfabetico. Gli schemi per iniziale dei cognomi potrebbero essere identici a quelli già proposti ma sulla loro validità giungeranno presto conferme. Ogni nuovo aggiornamento sarà riportato sui canali ufficiali delle Poste.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.