Liam Gallagher sul Coronavirus: “Io e Noel siamo auto-isolati da 10 anni, i vostri pochi mesi non sono un ca**o”

L'ex Oasis sta per lanciare l'album MTV Unplugged e si prende la rivincita dopo la mancata partecipazione del 1996

35
CONDIVISIONI

Giorni di tensione e riflessioni, questi, nei quali non poteva mancare un pensiero di Liam Gallagher sul Coronavirus con la consueta frecciatina rivolta al fratello Noel.

Lo scontro, a questo giro, avviene sempre su Twitter ma sull’argomento che sta unendo tutto il mondo in un unico lamento. Un lamento che l’ex Oasis coglie come occasione per punzecchiare nuovamente Noel Gallagher e ritornare sull’annosa questione dello scioglimento della band e del rapporto belligerante che è sempre stato il filo conduttore della carriera di entrambi.

In un tweet pubblicato nelle ultime ore Liam scrive: “Me n Rkid have been self isolating for 10 years c’mon a couple of months ain’t fu***ng hurt, letteralmente: Io e Noel siamo auto-isolati da 10 anni, andiamo, i vostri pochi mesi non sono un ca**o”.

Come accade spesso, Liam si rivolge al fratello con l’appellativo “rkid” che sta per “our kid” e rimanda al periodo in cui Our Kid, appunto, era il suo soprannome che compariva come sigla in tutti gli album degli Oasis pubblicati dal 2000 sotto l’etichetta Big Brother Recordings Ltd. In questa nuova decade che ha visto la band ridursi a una guerra fredda a colpi di tweet l’appellativo RKid è diventato un modo di Liam per prendere in giro Noel che, ricordiamo, è noto anche per il soprannome di “potato” (patata).

Nel suo tweet, in poche parole, Liam Gallagher risponde a tutti i fan che su Twitter si lamentano dell’auto-isolamento per via delle disposizioni governative emanate per contenere la diffusione del Covid-19 e scongiurare eventuali contagi.

Tra scherzo e amarezza, dunque, Liam non fa che pensare ossessivamente al fratello e a tutte quelle cose che dopo gli Oasis sono precipitate. Lo fa anche quando scrive la sua musica, se pensiamo che nel singolo One Of Us contenuto nell’ultimo disco da solista Why Me? Why Not sono continui i riferimenti a Noel, anche se non ne fa mai il nome e nelle interviste non smentisce né conferma.

Offerta
Why Me? Why Not.
  • Why Me? Why Not
  • Liam Gallagher

Seppur siano posticipati tutti i concerti e i festival, Liam Gallagher ha annunciato l’uscita dell’album Liam Gallagher MTV Unplugged attesa per il 24 aprile, da uno show registrato il 9 agosto 2019 alla Hull City Hall di Kingston Upon Hull.

Con la sua esibizione nello Yorkshire Liam ha ufficialmente inaugurato la nuova stagione del format di MTV che ha visto andare in onda esibizioni storiche dei Nirvana, degli Alice In Chains e degli stessi Oasis. Nel 1996, infatti, la band di Manchester si era esibita senza la presenza di Liam, dunque con la guida esclusiva di Noel.

L’ex frontman degli Oasis si prende così la sua rivincita e propone 27 minuti di musica in cui non mancano alcune hit della sua band, come Champagne Supernova e Stand By Me.

La permanenza in casa è anche questo: un’occasione imperdibile per seguire il pensiero di Liam Gallagher sul Coronavirus con il riferimento forzato al fratello Noel che per il momento non replica e probabilmente non lo farà dal momento che le sue risposte arrivano solamente quando il fratello inquieto alza troppo il tiro e tira troppo la corda.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.